Calcio Spezia
Sito appartenente al Network

Ternana-Spezia 1-1, le pagelle di CS: Di Serio debutta con un gol pesante

Un ottimo Falcinelli va a sbattere su uno Iannarilli veramente in giornata. Salvatore Esposito il migliore in campo con il portiere della Ternana. Bene anche Zoet. Dopo l'errore Jagiello non è più lui, Elia si perde Distefano

ZOET 7: Praticamente mai impegnato nel primo tempo se non per un facile diagonale di Gaston Pereiro. Nella ripresa dopo l’errore di Jagiello stende Raimondo in area: rigore che il portierone olandese disinnesca alla grande a Gaston Pereiro. Dice subito dopo di no anche a Raimondo. Deve arrendersi, non per colpa sua, a Distefano dimenticato da Elia sul secondo palo.

BERTOLA 6: Non va per il sottile: spazza quando c’è da spazzare, chiude quando deve chiudere, si appoggia a Zoet. Buona gara con poca sofferenza. Sul gol della Ternana è “fregato” dal liscio di Sgarbi a centro area.

MUHL 6: Sostituto di Hristov indisponibile e preferito a Tanco. Dopo 9′ minuti sfiora di testa il vantaggio su azione d’angolo, ma Iannarilli si oppone alla grande. Un suo errore nella prima frazione libera Gaston Pereiro, ma la sua conclusione è di facile intuizione. Per il resto di testa o di piede bada al sodo.

NIKOLAOU 6: Fa il suo senza strafare, ma viene anche saltato secco da Distefano che poi non inquadra lo specchio davanti a Zoet. (91° MORO SV: Entra e commette due falli in tre minuti.)

MATEJU 6: A destra spinge quando può, ma in maniera meno efficace del solito, anche perché si preoccupa di dare manforte in difesa.

NAGY 6: Copre le spalle a Salvatore Esposito facendo legna e recuperando tanti palloni. Si vede di più nel primo tempo dove riesce anche a proporsi e impostare. Nella ripresa è più una partita di contenimento la sua.

S. ESPOSITO 7: Il migliore in campo insieme a Iannarilli della Ternana. Regia sapiente, recupero di palla, lanci giusti e un paio di giocate importanti nell’area di rigore avversaria. Avere Nagy che gli copre le spalle gli dà maggiore sicurezza e tranquillità. Nella ripresa su un grandissimo calcio piazzato vede Iannarilli compiere un altro intervento prodigioso.

JAGIELLO 5,5: Mobilissimo tra le linee non lo prendono mai. Cerca di ispirare la manovra e andare anche alla conclusione. Nel secondo tempo grave l’errore in impostazione che porta al rigore per la Ternana. Dopo l’errore D’Angelo decide per la sostituzione (63° DI SERIO 7: Entra dedebuttando e portando fisicità. Conquista subito due falli importanti tra cui quello su cui Salvatore Esposito sfiora la rete su piazzato. Al 95° si prende il pallone, salta un uomo e insacca di cattiveria un gol pesantissimo per il pareggio in pieno recupero delle Aquile.)

CASSATA 5,5: Sacrificato sulla sinistra, ci mette impegno e voglia, ma alla fine con poco costrutto e tanta confusione. Subito ammonito, mette un buon traversone. (63° ELIA 5,5: Si perde sul secondo palo Di Stefano che insacca dopo il liscio a centro area di Sgarbi. Errore grave Peccato perché in precedenza aveva messo anche un paio di traversoni interessanti.)

FALCINELLI 6,5: Abile sia a giocare in profondità che spalle alla porta: va a concludere e riesce anche a fare da sponda per i compagni. Pronti via e un miracolo di Iannarilli gli nega la gioia di aprire il match con una rete. Ci riprova a inizio ripresa con una stoccata potente, ma ancora Iannarilli gli nega il gol con un grande intervento. Dopo le sostituzioni si sposta più a far gioco lasciando l’area di rigore a Pio Esposito e Di Serio. (75° BANDINELLI 5: Non è in forma e si vede. Non trova la posizione, commette troppi falli e fa rimpiangere Falcinelli.)

VERDE 6: Ispirato, parte largo a destra e si accentra. Da lui partono parecchie azioni delle Aquile. Nel primo tempo prova la conclusione, ma il pallone è sul fondo. Un assist per Falcinelli nella ripresa, poi la sostituzione. (63° P. ESPOSITO 5: Si mette al centro dell’attacco facendo scalare più esterno Falcinelli, ma fa rimpiangere il lavoro del compagno. Non riesce mai a rendersi pericoloso, anche se entra con un tiro respinto nel gol del pari.)

 

ALL. D’ANGELO 5,5: Per un’ora di gioco lo Spezia domina il gioco sbattendo su un grande Iannarilli. Dal rigore subito per un errore evitabile di Jagiello i rossoverdi tornando in auge. Il cambio che davvero non convince è quello di Falcinelli con Bandinelli. Senza l’ex Modena l’attacco aquilotto perde peso in avanti e un sacco di palloni. Con Falcinelli la squadra gioca meglio e ha un punto di riferimento importante capace sia di concludere che di fare gioco. Di Serio lo salva al 95°, ma c’è bisogno d’altro.

Subscribe
Notificami
guest

4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Nikolaou guida al meglio una difesa in cui brilla anche il rientrante Hristov. Che lavoro...
Falcinelli è il "regista offensivo" della squadra di D'Angelo che studia alla perfezione tutte le...
Bene anche i nuovi come Mateju, Nagy e Falcinelli. Da registrare la difesa con Bertola...

Dal Network

Nonostante la superiorità numerica e un secondo tempo giocato tutto nell’area avversaria, il Modena non...
Il tecnico rossoverde parla in conferenza stampa dopo il pareggio tra Fere e Aquilotti al...
Il commento in chiave rossoverde: "Dopo l'illuisione, la doccia fredda a partita finita"....
Calcio Spezia