Resta in contatto

Il muro del Tifoso

Keivan Assian, l’iraniano che entrato al “Picco” si è innamorato dello Spezia

Arrivato alla Spezia per motivi lavorativi dei suoi genitori, crebbe da bambino nel mito di Alessandro Del Piero, ma un giorno in “Ferrovia” si innamorò delle Aquile. “Ho provato qualcosa di strano nel vedere negli occhi e nelle voci dei tifosi tanta passione e un legame così viscerale verso questa città.”

Keivan Assian iraniano di nascita trapiantato alla Spezia in giovane età per motivi lavorativi dei propri genitori. La passione del pallone fin da bambino che lo porta, da calciatore dilettante, a esordire giovanissimo in Promozione nel Canaletto Sepor. Cresciuto nel mito di Alessandro Del Piero, come lui seconda punta in campo, un giorno mette piede sopra i gradoni della “Curva Ferrovia” portato allo stadio “Picco” da alcuni compagni di classe. Ecco, proprio lì, in quel preciso momento scocca la scintilla: lo Spezia diventa la sua squadra. Lo Spezia è la squadra della sua città d’adozione e lui, da quel momento in poi, tiferà e amerà solo quelle casacche bianche.

Partita da due volti, ma punto che pesa. Come esce lo Spezia dal confronto con il Parma?

Era di vitale importanza non perdere questo scontro diretto e mantenere a distanza la zona bollente della classifica. Per come si era messa la partita è sicuramente un punto guadagnato, però non nego negli ultimi minuti la squadra stava bene fisicamente e poteva starci il ribaltamento del risultato. Lo Spezia non è nuovo a questi cali improvvisi e concentrazione in questa stagione vedi Spezia-Fiorentina nel girone di andata, ma ha sempre saputo reagire.

Martedì sera sfida alla Juventus: lo Spezia ha fatto meglio con le “grandi” che con le piccole. Ti aspetti in altra impresa?

Si quest’anno con le grandi lo Spezia ha sempre fatto bella figura con l’eccezione di Napoli dove sono arrivati ugualmente i 3 punti, gran merito di ciò va sicuramente a mister Italiano. La squadra ha una propria identità e che la partita sia con la Juventus o con il Crotone non cambia il modo di impostare la gara. Se ci sarà l’impresa questo non lo so, ma sono sicuro che come detto in precedenza qualunque sarà l’undici titolare ci farà godere qualsiasi risultato finale si dovesse materializzare.

La Juventus è in crisi e decimata dagli infortuni. A Verona sette/otto assenti e solo 12 giocatori di movimento a disposizione…

La Juve è all’anno zero. Al contrario dello Spezia non ha una propria identità di gioco: troppo altalenanti le prestazioni per una squadra che vuole vincere su tutti i fronti. Onestamente sono anche un po’stufo di vedere allenatori che si ritrovano su panchine di squadre di serie A solo perché in passato erano fenomeni in campo, ci vuole la gavetta come in ogni ambito nella vita.

Dopo questa tua risposta nasce spontanea una domanda: come vedresti Italiano sulla panchina della Juventus?

Penso che ci siano allenatori che trovano la loro dimensione in piccole realtà dove riescono a fare grandi cose togliendosi parecchie soddisfazioni. Se Italiano è già da Juventus non lo so, ma sicuramente saprebbe dare un’impronta maggiore rispetto a Pirlo che, ripeto, ha bisogno evidente di fare della gavetta.

Quasi un derby per te la partita dello “Stadium”?

Da bambino ho iniziato a tifare Juve perché innamorato di Alex Del Piero: la sua è stata la prima maglia ad essermi stata regalata dai miei genitori e da lì è rimasta la passione per questa squadra, ma martedì non avrò dubbi su chi tifare. Troppo importante per questa città la permanenza in serie A. Soffriamo parecchio da casa davanti alla TV. Primo anno di serie A e stadi chiusi, altro motivo per il quale questi ragazzi ci devono regalare la possibilità di un altro anno di serie A nella speranza della riapertura degli stadi così potremo soffrire e gioire con loro sugli amati gradoni della “Curva Ferrovia“.

Iraniano trapiantato nel golfo. Come è nata la passione per le Aquile?

Sono venuto a Spezia per motivi lavorativi dei miei genitori e grazie ad alcuni compagni di classe delle superiori sono finito un sabato pomeriggio su quei gradoni ed è stato subito amore! Ho conosciuto persone fantastiche e ho stretto amicizie che si stanno rafforzando e stanno durando negli anni. Ho provato qualcosa di strano nel vedere negli occhi e nelle voci dei tifosi tanta passione e un legame così viscerale verso questa città.

C’è un giocatore in particolare che ha ispirato questo tuo sentimento verso la maglia bianca?

Della squadra attuale senza ombra di dubbio Giulio Maggiore per il fatto che rappresenta tutto ciò che ho descritto in precedenza: è un tifoso in campo che sa per primo cosa vuol dire amare, soffrire e difendere questa maglia. Del passato il N°11 per eccellenza Max Guidetti: per me un giocatore semplicemente devastante!

Hai una “partita del cuore” dello Spezia che ricordi com maggiore affetto?

Ne ho due a dire la verità. Una non può che essere quella con il Frosinone che, purtroppo, non abbiamo potuto vedere al “Picco”. Nonostante ciò ho ancora i brividi solo a pensarci. L’altra all’Olimpico contro la Roma in Coppa Italia quando vincemmo ai calci di rigore. Per entrambe emozioni fortissime!

Dopo oltre un decennio di vittorie griffate Volpi, che ha portato lo Spezia al suo massimo storico, è appena cambiata la proprietà affidandosi alla famiglia americana di Robert Micheal Platek. Cosa ti aspetti dal prossimo futuro?

Spero vivamente che riusciremo a salvarci punto primo, di conseguenza si riuscirebbe secondo me a trattenere anche mister Italiano che si è veramente innamorato di questo ambiente. Per farlo però, e qui mi collego alla proprietà americana, bisogna in caso di salvezza che vengano investiti soldi per una campagna acquisti degna. Al momento non si sa troppo su questi americani, speriamo in bene, speriamo che non sia solo una cordata con il fine di far girare denaro per loro scopi finanziari.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
Tifosi Aquilotto
Tifosi Aquilotto
1 mese fa

Grande Ke!!

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a LA SPEZIA su Sì!Happy

Altro da Il muro del Tifoso