Resta in contatto

Il muro del Tifoso

Il Muro del Tifoso, Gabella: “I fatti finora parlano per i Platek e i fatti sono sempre graditi!”

Ritorna la rubrica di Calcio Spezia che dà voce ai tifosi delle Aquile. “Italiano? Era impensabile che riuscisse a deluderci così e invece…”

Torna quest’oggi la rubrica che dà voce ai tifosi dello Spezia, torna oggi “Il Muro del Tifoso“.

Lo Spezia è una passione che si tramanda da padre in figlio e per me è stato proprio cosi. Mio Papà mi ha portato allo stadio sin da bambino e lo ringrazio per avermi fatto omaggio di questa passione, che ancora oggi ci lega molto.

Esordisce così ai nostri microfoni Riccardo Gabella, ex difensore a livello dilettantistico, da sempre innamorato della maglia bianca.

Il suo racconto prosegue: “Verso i quattordici anni poi ho iniziato ad andare in curva con gli amici della scuola e del calcio. Che bello cantare “agli ordini di Frione” (LEGGI QUI)… bei tempi.

Troppe le partite di quei tempi da raccontare e rimaste dentro, ma comunque c’è n’è una in particolare a cui Riccardo si sente legato.

Credo che quel primo maggio 2006 a Padova non lo scorderò mai! La stessa cosa per i giocatori; ne ho amati tanti, ma se dovessi scegliere rimarrei alla fine con Coti e Guidetti e non lì non saprei proprio che fare…

Iniziamo dalla questione Italiano. Che ne pensi di come è andata?

Ti risponderò con una citazione: “Pensavo fosse amore… invece era un calesse”. Non riesco ancora a metabolizzare l’accaduto. Se se ne fosse andato prima avremmo continuato a stimarlo e amarlo per tutto ciò che ha fatto per noi, e per cui comunque lo ringrazio, ma dopo il rinnovo è stato davvero irrispettoso… credo che la riconoscenza dovesse essere reciproca e non unilaterale. Era davvero impensabile riuscisse a deluderci così! Infine e cosa più importante, ha complicato notevolmente il nostro inizio di stagione.

Spezia-Fiorentina sarà la partita più attesa dai tifosi l’anno prossimo?

“Credo non possa essere altrimenti; il torto subito è stato troppo grande! Tutti vorranno dedicare un “pensiero” dal vivo all’ex mister, anche se mi piacerebbe riceverlo nella più totale indifferenza!  Sono convinto, comunque, che nelle prossima stagione, con il rientro del pubblico allo stadio, tutte le partite saranno fortemente attese dai tifosi spezzini!”

È arrivato Thiago Motta al suo posto. Cosa ti aspetti?

Sono stato un po’ spiazzato dall’ingaggio di Thiago Motta, avrei preferito un allenatore più esperto. Detto ciò, da quel che leggo e sento, gli addetti ai lavori lo vedono molto preparato e come uno dei migliori allenatori emergenti. Spero confermi tutti i rumors e ci faccia divertire.

Per il secondo anno consecutivo è una squadra quasi tutta da rifondare. Cosa ti aspetti da Pecini?

Mi aspetto molto. Ho sentito parlarne molto bene, soprattutto come scout di talenti. È un dirigente molto stimato nell’ambiente! Speriamo si confermi anche in questo nuovo ruolo di maggiore responsabilità e ci regali delle grandi soddisfazioni.

Lo Spezia dovrebbe spuntarla per Piccoli dopo un testa a testa con l’Empoli. Hai fiducia?

Si credo abbia le potenzialità per diventare una grande punta, mi piacerebbe riaverlo tra le nostre fila.

Leo Sena riscattato, Estèvez no…

Avrei riscattato entrambi, perché sono due buoni giocatori. Il valore del riscatto di Estevez mi sembrava conveniente, soprattutto in prospettiva e la sua mancata conferma mi ha un po’ sorpreso.

Maggiore, Erlic e Nzola sono i più richiesti sul mercato. Se proprio ci fosse una cessione chi sacrificheresti?

Rinuncerei a chi non abbia voglia di rimanere e non sia motivato, ma spero siano tutti tra le nostre fila la prossima stagione.

Finalmente con i Platek sono partiti i lavori al “Picco” attesi per decenni…

“I fatti parlano e i fatti sono sempre graditi!”

Contento di come la società ha gestito la situazione di Italiano?

“Si, sia la fermezza con cui hanno gestito la trattativa, sia la comunicazione di addio e la lettera del Presidente. Complimenti alla proprietà!”

Che ne pensi del caso “giovani calciatori” in cui si è visto implicato lo Spezia?

Una doccia fredda! Speriamo si possa ribaltare questa sentenza, che ci penalizza oltremodo.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
Aquila Reale
Aquila Reale
16 giorni fa

Grande Faraone!

Altro da Il muro del Tifoso