Calcio Spezia
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

SPEZIA-NAPOLI 1-4, LE PAGELLE DI CS: IL LAMPO DI PICCOLI E NIENT’ALTRO

I difensori delle Aquile sono soverchiati dal rapidissimo attacco di Gattuso. Piccoli serviva dal 1° minuto: Gyasi e Agudelo inconcludenti

PROVEDEL 6

I suoi primi 45′ minuti: due gol incassati dall’area piccola e uno da poco oltre. Tre conclusioni imparabili. Nella ripresa evita il poker con un grande intervento a tu per tu con Diego Demme. Non può niente neanche sul poker di Lozano.

VIGNALI 5,5

Nel primo tempo è sicuramente il migliore della difesa riuscendo a tenere bene Insigne. Il capitano ospite si accende di più nella ripresa, ma di riffa o di raffa il terzino spezzino prova a tenerlo e ci riesce quasi sempre.

ISMAJLI 4,5

Preso di continuo d’infilata dalla velocità dello scatenato Osimehn, vedere gol del raddoppio come esempio. Ha anche il demerito di lasciare il piedone e tenere in gioco il nigeriano nell’azione del tris azzurro: un gol che in Serie A non puoi mai prendere, neanche contro il Napoli.

CHABOT 4,5

Come il compagno soffre tantissimo la progressione di Osimehn, vedere gol del raddoppio come esempio. Sbaglia tutti gli appoggi nel tentativo di far ripartire il gioco dal basso.

MARCHIZZA 4,5

Letteralmente sovrastato dalla catena di destra del Napoli con Di Lorenzo e Politano che lo scherzano spesso. L’azione del vantaggio di Zielinski si sviluppa sulla sua corsia. Anche nella ripresa Politano lo brucia e si divora un gol. In fase offensiva sbaglia troppi appoggi quasi avesse i “paraocchi”. Prende fiducia dopo il gol di Piccoli con un grande intervento in diagonale a murare Politano.

ESTEVEZ 6

Corre, corre tantissimo ed è già un bun punto di partenza rispetto a tanti suoi compagni oggi, oltretutto lo fa con grande costrutto. Il suo colpo di testa parato da Meret porta al gol di Piccoli. Importantissimo anche un suo recupero difensivo che evita un gol avversario.

RICCI 5

Lo si ricorda soprattutto per l’ammonizione pesante che gli farà saltare l’ultima cruciale trasferta di quest campionato mercoledì prossimo in casa della Sampdoria. Gara veramente sottotono.

MAGGIORE 6

Sufficienza stiracchiata, ma anche lui come Estévez è l’unico a non mollare mai per tutti i 95′ minuti di gioco. Pressa in ogni zona del campo ed è l’ultimo ad arrendersi: da vero Capitano!

GYASI 5

Inconcepibile come lui resti in campo e Verde venga sostituito all’intervallo. Una prima frazione in cui viene letteralemente travolto dalle sgroppate di Di Lorenzo e in cui non riesce a raddoppiare su Politano dando manforte a Marchizza. Quando è in possesso palla non combina niente di buono. Un po’ meglio nella ripresa: mezzo punto in più per il traversone a Estévez che porterà alla rete di Piccoli.

AGUDELO 5,5

Da “falso nueve” è stritolato dalla coppia Manolas-Rrhamani con solo il dubbio del suo atterramento in area nella prima frazione. Cresce quando spostato sulla corsia destra nella ripresa. In partite come queste servono peso e centimetri davanti.

VERDE 6

Il meno peggio della pessima prima frazione: pressa e cerca almeno di tenere in apprensione i difensori del Napoli. Mette uno splendido cross dalla destra su cui nessun compagno è pronto alla deviazione.

PICCOLI 6,5

Che fame questo ragazzo! Pressa tutti gli avversari, ci mette fisicità, trova il quinto gol in campionato e sesto in stagione nonostante giochi solo scampoli di partita. Doveva partite dal 1° minuto.

FARIAS S.V.

Qualche ottimo tocco, un cross sbagliato, la partecipazione a una bella azione, ma in generale poco tempo per riuscire a incidere.

ACAMPORA S.V.

In pratica non si vede, ma ha poco tempo per mettersi in mostra.

SAPONARA S.V.

Non ha tempo di mettersi in mostra come invece era successo a Verona.

ITALIANO 4,5

Partendo dal fatto che il Napoli ha una qualità assoluta e che il divario con lo Spezia è, ovviamente, netto tutto questo non si era visto con Milan e Inter ad esempio. Piccoli in campo dall’inizio con la sua fisicità avrebbe consentito alla difesa, presa sempre in pressing e in velocità dal Napoli, di alleggerire il pallone in avanti. Agudelo è stato stritolato dai centrali del Napoli e ha reso meglio solo spostato sulla corsia. La costruzione dal basso mette ancora più in difficoltà i centrali quando pressati da “schegge” quali Osimhen, Insigne, Politano e Zielinski: vedere gli “alleggerimenti” di Chabot. Di difficile lettura la sostituzione di Verde all’intervallo.

 

Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Questa volta Falcinelli è non pervenuto, mentre Zoet non sembra sicurissimo. Ancora un errore di...
Vignali bagna la 150° con una delle sue migliori prestazioni, Hristov "bestia nera" dell'Ascoli. D'Angelo...

Dal Network

L'allenatore del Parma in conferenza stampa: "Vittoria fondamentale contro una squadra di valori"...

Altre notizie

Calcio Spezia