Resta in contatto

News

Spezia, Verde: “Lo Spezia, la passione dei tifosi e l’Hellas Verona. Vi racconto tutto”

Le dichiarazioni dell’attaccante esterno che in riva al Golfo dei Poeti sta dimostrando tutto il suo grande talento

Daniele Verde, attaccante esterno dello Spezia e autore fino a questo momento autore di 7 reti in 20 presenze tra campionato e Coppa Italia, ha rilasciato una lunga intervista a Fanpage.it. Queste alcune sue dichiarazioni:

L’arrivo allo Spezia. “E’ nata soprattutto grazie al Direttore Meluso, che ha dimostrato di volermi dal primo all’ultimo secondo della sessione del calciomercato. E quando dico ultimo secondo, non esagero. Perché ad un certo punto la trattativa sembrava si potesse arenare, invece lui ci ha creduto fino alla fine ed è andata bene. Devo ringraziarlo per la fiducia e sto facendo di tutto per ripagarla”.

La Spezia e la passione del popolo aquilotto. “Davvero, qui c’è un calore pazzesco. Ho subito detto che mi sembrava di essere tornato in Spagna per il trasporto e l’affetto dei tifosi. La città è bellissima, la gente è fantastica, i tifosi ci aspettano agli allenamenti e fuori dallo stadio prima delle partite per incitarci. C’è davvero quella passione di cui ho bisogno per esprimermi al meglio…”.

La forza del gruppo. “E’ proprio così, è questo il nostro “segreto”, se di segreto si può parlare. E non è vero che lo Spezia non ha campioni, ne ha trentaquattro, che però lottano tutti insieme per lo stesso obiettivo. È questo che fa la differenza, ognuno di noi lascia il segno. Sappiamo benissimo che il talento non basta per ottenere i successi, per cui ce li guadagniamo ogni giorno con il sudore”.

Italiano.E’ un grandissimo allenatore che sta dimostrando di poter stare ad alti livelli. Sono sicuro che avrà una carriera importantissima, perché ha già dimostrato le sue qualità e con l’esperienza crescerà ulteriormente. La cosa che più mi ha colpito di lui, è la sua capacità di entrare in sintonia con i giocatori. Forse perché ha smesso da poco e non si è reso ancora conto di essere passato dall’altra parte. Comunque, ovviamente, ha grandi meriti in quello che stiamo facendo, perché ha sempre creduto in noi e ci ha trasmesso carica e motivazioni”.

La classifica. “Noi non ci siamo mai illusi che fosse tutto facile, probabilmente abbiamo abituato tutti troppo bene. Per fortuna, abbiamo tenuto i piedi ben ancorati a terra, sapevamo che avremmo dovuto ancora lottare per arrivare all’obiettivo, quindi la cosa non ci spaventa. Non siamo né preoccupati, né spaventati e, come abbiamo sempre fatto, andremo a Verona a fare la nostra partita: credo che lo Spezia abbia dimostrato di avere la personalità di affrontare qualsiasi avversario con la stessa ambizione, cioè quella di giocarsela a viso aperto. Che si chiami Inter o Verona, per noi non cambia nulla”.

Hellas Verona. “Il Verona è un’ottima squadra, direi matura. In questo ultimo periodo sta avendo qualche difficoltà, ma anche nell’ultima partita ha messo in difficoltà un avversario fortissimo come l’Inter. Sappiamo che sarà dura e li rispettiamo, ma andremo al Bentegodi a fare il nostro calcio, come abbiamo fatto contro chiunque quest’anno, senza mai snaturarci. Anche questa è stata la nostra forza”.

 

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News