Resta in contatto

Approfondimenti

Daniele Verde, basta la…Parola

Il gol all’Olimpico contro la Lazio dell’attaccante dello Spezia ha ricordato quello iconico del calciatore della Juventus Carlo Parola. Il riscatto dell’esterno romano potrebbe essere un affare per la società di via Melara

Un gol con un gesto tecnico incredibile che ha fatto il giro del globo quello di Daniele Verde contro la Lazio.

L’esterno d’attacco romano è uno degli acquisti più azzeccati dal neo D.g. aquilotto Mauro Meluso.

L’ex dirigente del Lecce lo ha ripescato in Grecia, all’AEK Atene, dove era finito dopo la parentesi spagnola del Real Valladolid.

Con i gialloneri della capitale ellenica 38 presenze 6 gol e altrettanti assist, con i bianco malva iberici del presidente Ronaldo 26 presenze e 6 reti.

Con lo Spezia ha già toccato il totale complessivo stagionale delle precedenti due annate.

Riscatto obbligato in caso di salvezza: può diventare un doppio affare

Arrivato in prestito per 500.000 mila euro, in caso di salvezza scatterà il riscatto automatico per una cifra di circa 600.000 mila euro.

Vedendo il rendimento del giocatore in maglia bianca si prospetta un altro affare.

Per lui sedici presenze con sei gol realizzati e due assist forniti tra Campionato e Coppa Italia.

E se un infortunio fastidioso non si fosse messo di mezzo a inizio stagione chissà.

Intanto ora punta alla salvezza dello Spezia e al record assoluto di 8 gol realizzati in Serie B con l’Avellino nel 2016.

Verde come Parola: un gol da figurine Panini

Ma torniamo al gol di sabato scorso: quella incredibile rovesciata sul centro di Gyasi dalla sinistra finita imparabile all’incrocio dei pali della porta difesa da Reina.

Proprio il grande estremo difensore spagnolo si è complimentato con il giocatore romano per quel gol.

Un gol che come si diceva ha fatto il giro del mondo: ne hanno dato notizia, tra gli altri, TNT Sport Brasil, Eleven Sports France, ETV Bharat, il Telegrafi, il Voeltbalprimeur in Olanda, l’Huffingtonpost in Francia, Givemsport, Sportbible e perfino il Dailymail.

Una rete subito associata nell’immaginario collettivo a Carlo Parola, ex giocatore di Juventus e proprio Lazio, passato alla storia calcistica per le sue celebri rovesciate.

Nato attaccante, Parola venne reinventato da Felice Borel nel nuovo ruolo di “centromediano“.

Borel, un precursore per gli anni ’40, fece la fortuna di Parola che inizialmente non si riconosceva in quel ruolo.

Prestazione dopo prestazione invece il classe ’21 torinese si adattò diventando un pilastro di quella Juventus con cui disputò infine 334 partite siglando 14 reti.

La notorietà di Parola gli deriva dalla sua grande abilità in acrobazia nel gesto della rovesciata: celebre quella immortalata nello scatto che viene riproposta ogni anno sull’album delle figurine Panini.

La partita era Fiorentina-Juventus e Parola intervenne così per anticipare Pandolfini lanciato a rete verso la porta avversaria con il solo portiere a frapporsi a lui.

Quella rovesciata è stata pubblicata in oltre 200 milioni di copie in tutto il mondo diventando iconica.

Quella di Daniele Verde all’Olimpico siamo sicuri che valga almeno una copertina dell’album di figurine Panini…

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] Un gol “alla Parola”, il sesto in stagione e quarto in campionato per Daniele Verde. Sicuramente l’ex AEK Atene è uno degli acquisti più azzeccati dal D.G. Meluso per lo Spezia di Vincenzo Italiano. […]

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a LA SPEZIA su Sì!Happy

Altro da Approfondimenti