Resta in contatto

News

Piccoli: “Sono allo Spezia grazie a Gasperini. Italiano, un tecnico meticoloso”

Il centravanti aquilotto ritroverà il suo amico Kulusevski da avversario

«Kulusevski farà segnare un sacco di gol a Cristiano Ronaldo, Morata e Dybala: fidatevi di me». Roberto Piccoli, 19enne attaccante dello Spezia che domenica affronterà la Juventus, non lo dice tanto per dire. Lui con il fantasista svedese ha giocato e vinto uno scudetto ai tempi della Primavera dell’Atalanta. Le sue parole a Tuttosport.

Lei nel 2018-19 realizzò 16 gol: quanti su assist di Kulusevski?
«Il numero esatto non lo ricordo, ma sono stati tantissimi gli assist di Dejan (complessivamente 14 in quell’annata, ndr). Lui all’epoca giocava un po’ mezzala e un po’ trequartista. Ai tempi della Primavera era un giocatore diverso, un fuori categoria. Non sono stupito né dell’impatto che Kulusevski ha avuto la scorsa stagione con il Parma, al primo campionato in serie A, né di quanto sta facendo alla Juventus».

Domenica vi rivedrete a Cesena, in Spezia-Juventus.
«Ogni tanto ci sentiamo, come con tutti i ragazzi di quella Primavera dell’Atalanta. Sono contento di rivedere Dejan, spero di scambiare la maglia con lui».

C’è qualche colpo di Kulusevski dei tempi della Primavera nerazzurra che non abbiamo ancora visto in Serie A?
«Dejan è sempre stato dribbling, assist, tiro, gol: tutto ad altissimo livello, come sta mostrando anche nella Juventus. Poi magari ci stupirà con nuovi colpi… (risata)».

Lei sta seguendo il percorso di Kulusevski: dalla Primavera dell’Atalanta direttamente Serie A, allo Spezia.
«Dejan è un modello per me e penso che lo sia per tutti i ragazzi che giocano in Primavera. Spero di imitarlo».

Come è nata la scelta dello Spezia?
«Se sono qui, è anche grazie a Gasperini: abbiamo scelto insieme, lui è convinto che lo Spezia sia la squadra giusta per me in questo momento e io sono d’accordo con lui. Sarò sempre grato a Gasperini e anche agli altri allenatori che ho avuto a Bergamo. Da Zanchi a Bosi, che mi ha insegnato molto e supportato in una annata complicata a causa degli infortuni. E ovviamente Brambilla, il quale negli ultimi anni in Primavera mi ha aiutato a essere più cinico e a sacrificarmi maggiormente per la squadra».

Italiano è uno degli allenatori emergenti più quotati: con quale frase vi martella di più?
«Ripete spesso che non possiamo permetterci di sbagliare nemmeno un allenamento. È un tecnico meticoloso, cura il dettaglio».

Non a caso siete una delle rivelazioni di quest’avvio di stagione: prima di partire vi sareste mai aspettati di avere 5 punti dopo 5 giornate?
«Siamo contenti, ma non vogliamo fermarci. Allo Spezia ho trovato un gran gruppo, con una bella mentalità: proviamo a giocarcela contro tutti, piccole e grandi».

Il compagno che l’ha colpita maggiormente?
«Farias. Diego ha doti tecniche incredibili, un bel tiro e capisce benissimo il gioco. Ma in generale ho trovato una qualità molto alta in squadra».

Domenica, a Cesena, affrontate la Juventus reduce da tre pareggi consecutivi in campionato e dalla sconfitta col Barcellona in Champions. Se fa gol e vincete si fa biondo?
«Biondo, no… (risata). Ma dovesse succedere, sicuramente farei un bel regalo a tutta la squadra».

Aspettando il primo gol con lo Spezia, è la doppia cifra il sogno per fine stagione?
«Magari! Adesso sto imparando tanto, mi sto adattando alla serie A e ai compagni nuovi. Poi sono convinto che arriveranno anche i gol».

A bruciapelo: chi vince la classifica marcatori in serie A?
«Ancora Immobile».

La Scarpa d’Oro della Lazio è il suo modello?
«Quello è sempre Bobo Vieri, il mio idolo. Poi, ovvio, da bambino mi è sempre piaciuto anche Cristiano Ronaldo. CR7 l’ho visto da vicino con l’Atalanta: è impressionante».

C’è chi dice che lei sarà il nuovo Zapata?
«Lo spero, sarebbe un sogno: parliamo di un bomber fortissimo. Ho avuto la fortuna di allenarmi con Duvan e lui, come anche il Papu Gomez, mi davano sempre molti consigli per migliorare nell’attacco alla porta».

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News