Resta in contatto

News

Udinese – Spezia, le pagelle di CalcioSpezia

Galabinov MVP alla “Dacia Arena”, Rafael è già un fattore. Chabot giganteggia in difesa.

114 anni di attesa ed ecco materializzarsi la prima vittoria in Serie A per lo Spezia Calcio. Dolcissima la trasferta di Udine per le aquile. Spezia che domina la prima frazione e soffre nella ripresa dopo l’espulsione di Terzi, ma non rinuncia mai al suo gioco propositivo e avvolgente.

ZOET Voto 6: Primo tempo da spettatore, ma con l’indecisione che per poco non costa il gol di Okaka. Esce per un brutto infortunio muscolare.

Dal 62° RAFAEL Voto 8: Esordisce dicendo di no a Lasagna con una parata mostruosa a tu per tu con l’attaccante dei friulani. Si ripete al 91° con un gran tuffo a mano aperta su conclusione dalla distanza di Ouwejan. Nel finale uscita perfetta e rilancio al bacio per l’assist con cui manda in porta Galabinov per il gol del raddoppio.

FERRER Voto 6,5: Spinge e si propone appena ne ha l’occasione. In fase di non possesso palla chiude tutti i varchi sulla sua corsia.

CHABOT Voto 7,5: Debutto da incorniciare. Presenza importante in marcatura su Okaka: le prende tutte lui di testa. Strepitosa una sua chiusura in scivolata su Lasagna smarcato da un grandissimo assist di De Paul. Sembra giocare nello Spezia da diverse stagioni.

TERZI Voto 5,5: Un voto in meno per le due ammonizioni abbastanza sciocche che costringono lo Spezia Calcio a giocare dalla metà della ripresa in inferiorità numerica. In precedenza gioca una grande partita tenendo alla grande Lasagna.

RAMOS Voto 6,5: Primo tempo letteralmente imprendibile. Quando sale e si accentra a centrocampo libera lo spazio in corsia per Maggiore. Una mossa che si capisce studiata da Italiano e che i friulani non riescono ad arginare. Cala un po’ nella ripresa.

DEIOLA Voto 5,5: Uno dei pochi a non brillare nel primo tempo ottimo dello Spezia. Cicca con il sinistro anche una buona occasione da rete. Sostituito ad inizio ripresa dopo una botta.

Dal 52′ BARTOLOMEI Voto 6: Deve sostituire un appannato Deiola, ma non ha grandi occasioni per mettersi in mostra. Fa legna in mediana.

RICCI Voto 7: Pronti via e si vede annullare il primo gol in Serie A ottenuto con un gran tiro dal limite per un fuorigioco millimetrico. Per il resto regia illuminata e grande sacrificio nel momento di difficoltà del match quando la squadra rimane in inferiorità numerica.

MAGGIORE Voto 7: Finchè ha benzina nelle gambe non lo prendono mai. Quando si allarga e fugge sulla corsia di sinistra risulta letteralmente imprendibile per gli avversari. Recapita al centro pregevoli assist per i compagni.

Dal 67′ POBEGA Voto 6: Dentro nella mischia nel momento peggiore. Deve dare sostanza alla mediana e lo fa, commette però un paio di falli ingenui regalando due punizioni all’Udinese.

VERDE Voto 6: Debutto fumoso. Spreca un grandissimo assist di Maggiore con una conclusione ciabattata da ottima posizione che un difensore friulano riesce a salvare poco oltre la linea di porta. Mette in mostra un grande bagaglio tecnico, quando crescerà la condizione sarà giocatore importante per Italiano.

Dal 67′ DIEGO FARIAS Voto 6: Con la sua qualità tecnica prova ad addormentare il gioco e tenere palla, ci riesce in parte.

GALABINOV Voto 8,5: Lo Spezia cerca un attaccante sul mercato, ma un centravanti vero lo ha in casa. Tre gol in due partite di Serie A per il bulgaro. Una presenza costante. Nell’azione del gol fa partire l’azione e poi la conclude con un gran stacco. Si sacrifica in difesa e sui piazzati avversari prendendole tutte di testa, apre varchi ai compagni e negli ultimi venti minuti regge da solo il peso dell’attacco trovando con freddezza la doppietta. Merita il voto felliniano.

GYASI Voto 7: Anche lui risulta una spina nel fianco per la squadra di Gotti. Velocissimo e imprendibile sulla fascia di competenza. Chiude il triangolo con Galabinov con un assist al bacio trasformato in gol dal centravanti bulgaro. In fase di non possesso è sempre pronto a rientrare per dare manforte alla retroguardia.

Dal 67′ ERLIC Voto 6: Entra per dare fisicità e riportare a quattro una difesa orfana dell’espulso Terzi. Di testa fa il suo dovere pienamente.

All. ITALIANO Voto 8: Il suo Spezia gioca una partita sempre propositiva. Nel primo tempo domina il gioco con un gran possesso palla mai fine a sé stesso e riuscendo a bloccare sul nascere le ripartenze dell’Udinese. Nella ripresa, anche in inferiorità numerica, la squadra cerca sempre di tenere il pallino del gioco iniziando l’azione dal basso. Ne è la dimostrazione la rete del raddoppio. La prima vittoria in Serie A è di quelle che piacciono ai tifosi spezzini: bellezza e sofferenza racchiuse nella stessa grande intensissima partita!

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News