Calcio Spezia
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Per lo Spezia la rincorsa salvezza parte dal doppio impegno Ascoli-Lecco

Otto giornate e ancora 24 punti a disposizione: ecco un confronto tra i calendari di tutte le squadre in lotta per evitare la retrocessione

Otto giornate e 24 punti a disposizione di ciascuna squadra per riscrivere la classifica della Serie B. Con la zona salvezza pronta alla bagarre: ben 21 gli scontri diretti da giocare da Pasquetta in avanti.

Solo due punti dividono la Ternana (32) quintultima dalla coppia Bari-Cosenza (34) oggi salva. Ascoli e Spezia inseguono (31), il terzetto Pisa-Reggiana-Modena (37) oggi più avanti ma non ancora al sicuro. A Sudtirol e Cittadella (38) basta poco per blindare la salvezza, Feralpisalò (27) e soprattutto Lecco (21) sono invece più dietro ma non vogliono arrendersi.

IL CALENDARIO DELLO SPEZIA

Venendo allo Spezia saranno importantissime le prossime due sfide casalinghe che vedono la squadra di mister Luca D’Angelo ospitare al “Picco” l’Ascoli il giorno di Pasquetta e poi il Lecco sabato 6 aprile. Successivamente un poker di partite sicuramente impegnative, almeno sulla carta. Si inizia dalla trasferta in casa della capolista Parma il 13 aprile per poi proseguire il 20 aprile ospitando la Sampdoria al “Picco” in un sentito derby ligure. Il sabato successivo si va in trasferta in casa di un Brescia che ha ancora chance di entrare in zona Play-Off, mentre il 1° maggio arriva al “Picco” il Palermo che spera ancora nella promozione diretta in Serie A. Tre giorni dopo trasferta a Cosenza in quello che è l’ultimo scontro diretto a calendario a disposizione delle Aquile di mister Luca D’Angelo che poi chiuderanno al “Picco” il 10 maggio ospitando un Venezia che a quel punto potrebbe già essere promosso in massima serie.

Le sfide di Cittadella e Sudtirol (38) e del terzetto Pisa, Reggiana e Modena (37)

E le altre? Cittadella-Sudtirol sono a +6 sui playout, ma occhio al calendario. A Pasquetta il Citta fa visita a un Lecco all’ultima spiaggia. Un exploit metterebbe quasi al sicuro la salvezza, un passo falso lascerebbe i veneti nel limbo. Perché poi ci saranno altri quattro scontri diretti consecutivi (Reggiana e Sudtirol in casa, Ascoli e Feralpisalò in trasferta).

Il Sudtirol, invece, affronterà subito le big. Como a Pasquetta e poi Parma la settimana seguente, col rischio di veder avvicinare quelle avversarie (Sampdoria, Cittadella, Modena, Ternana e Pisa) che dovrà poi affrontare.

Pisa e Reggiana, oggi più tranquille, sono però consapevoli di dover giocare la metà delle ultime sfide contro squadre in lotta per sogni ambiziosi. Palermo, Brescia, Catanzaro e Cremonese per i toscani, ancora Palermo, Venezia, Sampdoria e Parma gli emiliani.

Il Modena, invece, affronterà sei squadre oggi più in basso in graduatoria. Un enorme vantaggio, in caso di successo, un possibile dramma, in caso di fallimento. Guai, allora, a non fare punti contro Bari e Ternana nei prossimi due scontri diretti, altrimenti il successivo terzetto Ascoli-Sudtirol e Reggiana sarebbe cruciale per il futuro dei gialloblù Canarini.

La bagarre salvezza

Il Cosenza, alla pari del Picchio, è la squadra che affronterà più spareggi. Feralpisalò, Reggiana, Bari, Ascoli e Spezia sul percorso dei Lupi.

Per l’Ascoli a Pasquetta sarà spareggio in Liguria contro lo Spezia. Poi la proibitiva gara al Del Duca contro un Venezia in piena corsa per la Serie A anticiperà la trasferta contro un Cittadella in crisi e il match casalingo contro un Modena non ancora al sicuro. Seguiranno, poi, altre due gare crocevia: il viaggio in Umbria contro la Ternana sarà decisivo tanto quanto il successivo match al Del Duca contro il Cosenza dell’ex Viali. A quel punto mancheranno solo 180’ al triplice fischio della regular season, che dopo l’ostica trasferta a Palermo si chiuderà con la sfida da non fallire al Del Duca contro il Pisa.

La Ternana giocherà solo tre volte in casa (vs Modena, Ascoli e Catanzaro), per il resto ostiche trasferte con Sampdoria, Cremonese, Brescia e Sudtirol prima della chiusura a Piacenza contro la Feralpisalò.

Da capire se quel match avrà ancora un valore per una o entrambe le squadre, con i Leoni del Garda che alla ripresa del torneo cercheranno l’impresa con la Cremonese prima dello spareggio da “dentro o fuori” col Cosenza.

E il Lecco? Blucelesti oggi con un piede in C, ma a Pasqua (senza voler fare scomodi paragoni) le resurrezioni non sono così improbabili. Soprattutto se il calendario dice scontri diretti con Cittadella, Spezia e Reggiana. La bagarre è iniziata.

Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Nessun giocatore merita la sufficienza dopo la sconfitta di Parma per i lettori di CS:...
Il centravanti si è infortunato nel primo tempo contro il Sud-Tirol. Anche D'Angelo dovrà cambiare...
Il colombiano è tornato a parlare: "Con Thiago Motta facemmo un miracolo, Italiano ha un...

Dal Network

L'allenatore del Parma in conferenza stampa: "Vittoria fondamentale contro una squadra di valori"...

Altre notizie

Calcio Spezia