Calcio Spezia
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Pasini (Pres. Feralpisalò) su tutte le furie: “Non ci vogliono in Serie B!”

Il presidente della Feralpisalò su tutte le furie per il gol annullato alla sua squadra contro l'Ascoli: "Ho sentito pure il presidente Balata"

Il presidente della Feralpisalò Giuseppe Pasini, prossimo avversario dello Spezia al “Picco” domani sera, è su tutte le furie per il gol annullato alla sua squadra nella gara casalinga persa sabato scorso 0-1 contro l’Ascoli. Il massimo dirigente dei “Leoni del Garda” è intervenuto in intervista ai microfoni dei colleghi di Tuttomercatoweb esternando tutto il proprio macoltento.

Mi prendo tutte le responsabilità di quello che sto per dire, ne ho parlato col presidente Balata, lui sa già tutto” – incalza il presidente Pasini che poi aggiunge – “Se fino a prima di sabato avevo il dubbio che il sistema non ci volesse in B, adesso ne ho la certezza. Ormai gli episodi a nostro sfavore sono troppi. Inoltre devo assistere a designazioni strane, che si ripetono e a spiegazioni a volte grottesche.

Il presidente della Feralpisalò svela anche il retroscena della chiamata del Presidente di Lega B Balata:

Rappresentiamo un paese di 10.000 abitanti, abbiamo pochi tifosi allo stadio e non avendo un impianto a norma dobbiamo giocare fuori regione. Tutto questo a qualcuno non sta bene. Pure il presidente Balata, che mi ha chiamato, si è detto stupito e deluso di quanto ci sta accadendo, anche lui ha visto il gol che ci è stato annullato sabato e non si dà una spiegazione.

E ancora sul VAR: “La spiegazione che mi ha dato l’addetto al VAR Maggioni molto fastidio. Prima di tutto perché non credo che esistano dinamiche uguali da un gol con l’altro inoltre perché dalle immagini si vede che Balestrero fa un passo all’indietro mentre Di Tacchio ne fa uno in avanti, ma il nostro giocatore come poteva accorgersene dando le spalle all’avversario. Inoltre il gol è di Manzari, che supera con una meravigliosa rovesciata Viviano. Cosa c’entrano Balestrero e Di Tacchio anche se sono sulla linea di porta? Quanto influisce quel contatto, che ripeto è un contatto fortuito e non un fallo del nostro giocatore?”.

Pasini ha elencato ai colleghi una lunga lista di episodi controversi a partire dalla sfida contro il SudTirol del 13 gennaio, mani di Tait in area non sanzionato e fallo su Felici in area con il VAR non consultato, dove l’arbitro era sempre Marcerano: “Due rigori per noi, che avrebbero cambiato l’esito della partita”. Poi la sfida contro la Reggiana del 3 febbraio con i rossi a Fiordilino e poi a Butic, con quest’ultimo a cui erano saltati i nervi per gli insulti razzisti da parte di un avversario. Qui, come contro l’Ascoli e contro lo Spezia (gol annullato a Letizia) c’era Maggioni al VAR: “Avrei voluto vedere se tutti questi episodi fossero capitati contro squadre come Parma, Palermo, Como, Cremonese. – conclude Pasini – Sarebbe saltato fuori un putiferio”.

Subscribe
Notificami
guest

5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Da domani testa al derby dovendo trovare il sostituto di Falcinelli squalificato e valutando le...
Amonizione dubbia, ma sicuramente pesantissima: scatterà per l'attaccante dello Spezia la squalifica per una giornata...
Un saluto dalla redazione di CalcioSpezia: iniziamo come di consueto con le prime pagine dei...

Dal Network

L'allenatore del Parma in conferenza stampa: "Vittoria fondamentale contro una squadra di valori"...

Altre notizie

Calcio Spezia