Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rubriche

Inter-Spezia 3-0, la moviola di CS: gara senza grosse sbavature per Ghersini

Reca e Nikolaou tengono in gioco i nero azzurri sulla prima e la terza rete dei padroni di casa. Lukaku in fuorigioco sul secondo gol neroazzurro, ma non punibile. Nzola chiede il rigore, l’arbitro fa proseguire: mancata la chiamata del VAR!

Partita tutto sommato di facile direzione per l’arbitro Ghersini quella di “San Siro” tra Inter e Spezia.

Nessun ammonito e appena 18 falli fischiati nei 94′ minuti di gara alla “Scala del Calcio”.

L’arbitro con il dialogo riesce a tenere nei giusti binari la contesa come quando redarguisce Caldara per un duro intervento su Lautaro Martinez con i neroazzurri che chiedevano l’ammonizione del difensore aquilotto.

NO FUORIGIOCO – Sono regolari sia il primo che il terzo gol dell’Inter: sul primo è Reca a tenere in gioco Lukaku che poi servirà l’assist a Lautaro Martinez. Sulla terza è Nikolaou a tenere in gioco Dzeko che poi servirà l’assist a Correa. E’ invece in fuorigioco Lukaku sull’azione del raddoppio di Calhanoglu, ma la posizione dell’attaccante belga non impedisce la visuale a Dragowski e per questo la rete viene convalidata.

RIGORE RICHIESTO – Nella ripresa Nzola, sull’unico traversone ricevuto in mezzo all’area, entra in contatto con Brozovic e cade a terra chiedendo la massima punizione. Il croato entra con la sinistra da dietro agganciando la gamba sinistra del N°18 aquilotto e facendolo volare a terra.

Ghersini a velocità normale fa cenno di proseguire, e ci può anche stare, ma i dubbi rimangono soprattutto perché questo era un episodio da “chiamata” del VAR Marini che invece rimane muto.

Insomma una buona prova per il Direttore di Gara in un match piuttosto semplice da dirigere: per noi il voto di Ghersini è di 6,5.

Da rivedere invece il VAR Marini.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Rubriche