Resta in contatto

Approfondimenti

SPEZIA-MILAN 1-2, LE PAGELLE: SE BASTONI FA IL THEO…

Bourabia in grandissima crescita. Amian disinnesca Rebic, Nikolaou Giroud. Antiste crea grattacapi ad Hernandez. Nzola è ancora dietro di condizione e Gyasi si dimostra confusionario

ZOET 5,5: Si salva dopo una parata in stile volley su Rafael Leao. Per il resto una partita sicura in cui si fa anche apprezzare per alcune uscite, ma sul gol del vantaggio di Maldini avrebbe potuto fare sicuramente qualcosa in più.

AMIAN 6,5: Cresce di partita in partita. Sempre più padrone della corsia di destra. Affonda un po’ meno che contro la Juventus perchè a sinistra il Milan attacca in coppia Rebic-Théo Hernandez. Mette la museruola al croato, soffre un po’ di più nella ripresa con Rafael Leao.

HRISTOV 6: Partita sicura e di sostanza, anche se sul gol di Maldini, che arriva da dietro e lo anticipa sull’incornata, avrebbe potuto sicuramente fare qualcosa in più. Ottime alcune chiusure in bello stile.

NIKOLAOU 6: Annulla Giroud tanto che Pioli lo leva dopo 45′ minuti di gioco in cui il francese in pratica non si è mai visto. Nella ripresa soffre un po’ di più, soprattutto gli inserimenti da dietro dei trequartisti del Milan (vedi il gol della vittoria di Brahim Diaz).

BASTONI 7: Se è vero che i terzini italiani si ispirano a Théo Hernandez dopo questa partita si potranno ispirare anche al ragazzo di Piana Battolla. Partita fantastica: difende e attacca con grandissima facilità di corsa e tantissima insistenza. Non butta via un pallone. Recapita assist su assist ai compagni come quello sprecato da Maggiore e quello trasformato nel momentaneo pareggio da Verde.

BOURABIA 6,5: A lungo una diga davanti alla difesa. Cresce in condizione e si vedono anche buone giocate. Fa ammonire Daniel Maldini che lo trattiene vistosamente in un’azione di ripartenza. Spezza il gioco e imposta l’azione aquilotta. Mezzo punto in meno per il pallone perso nell’azione che poi porterà al gol vittoria di Brahim Diaz.

SALA 6: Gioca un’onesta partita a centrocampo portando a compimento il suo compitino. Dove lo mette Thiago Motta lui sta e con discreti risultati. (65° VERDE 6,5: Nei momenti difficili si carica la squadra sulle spalle. Le sue giocate, dopo il vantaggio di Maldini, mettono nuovamente in apprensione la retroguardia rossonera. Bravo, doppio passo smarcante splendido, e fortunato, deviazione di Tonali, sul gol del pareggio.)

ANTISTE 6,5: Meno devastante che nelle occasioni in cui viene schierato punta centrale però i difensori del Milan hanno comunque il loro bel daffare a contenere la sua verve soprattutto nel primo. Due conclusioni pericolosi di cui una esce di pochissimo. Ah dalla sua parte giocava un certo Théo Hérnandez che è in grande difficoltà nel contenerlo. (65° MANAJ 5: Chi l’ha visto? Sempre più oggetto misterioso. In mezz’ora in campo non si vede mai.)

MAGGIORE 6: Buon primo tempo alla solita grande intensità. Splendido un assist che manda in azione di due contro tre lo Spezia in attacco della porta avversaria. Una botta a inizio ripresa lo rende claudicante facendolo zoppicare vistosamente. Dovrebbe uscire, ma stringe i denti e forse anche per quello sbaglia quella rete clamorosa sullo splendido assist di Bastoni. (65° SALVA FERRER 6: Ancora una volta schierato nel cuore del  centrocampo: svolge il compitino.)

GYASI 5,5: Tanta corsa, poca qualità: sbaglia troppi tocchi e appoggi e anche un pallone in avanti. Passo indietro rispetto alla grande prova con la Juventus (78° STRELEC S.V.: Ha fisico e, sembra, anche qualità. Troppo poco in campo per giudicarlo però.)

NZOLA 5: Se il pallone non gli arriva sui piedi non prova praticamente neanche a inseguirlo. Il fisico è di quelli importanti, ma la condizione e il ritmo partita assolutamente non ci sono ancora. Una sola conclusione pericolosa nella prima frazione.

ALL. THIAGO MOTTA 6: Primo tempo giocato alla pari con un’altra grande venuta al “Picco”. La doccia fredda del gol preso ad inizio ripresa non placa comunque i suoi aquilotti che riescono a pervenire al pareggio. Peccato per il finale con il gol di Diaz incassato e gli zero punti certificati nelle ultime due partite. La squadra è in grande crescita.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti