Resta in contatto

News

Pecini: “Soddisfatto, presi giovani di prospettiva”

Le parole del direttore sportivo aquilotto

Il DS Pecini ha parlato hai canali ufficiali dello Spezia. Queste le sue parole:

Mercato. “Siamo riusciti a centrare tutti gli obiettivi che ci eravamo dati per rinforzare la squadra e per completarla, mantenendo la linea strategica iniziale di cercare di creare un gruppo di ragazzi sani, con qualità tecniche e prospettiva in grado di affrontare il campionato”.

Blocco FIFA.E’ stato un lavoro enorme perché abbiamo dovuto programmare sia la squadra per questa stagione che la squadra ipotetica per le prossime 2 stagioni, quindi abbiamo lavorato ovviamente con la priorità di creare il gruppo squadra di quest’anno ma anche tenendo l’attenzione concentrata sul possibile gruppo squadra dell’anno prossimo e dell’anno successivo e questo ha portato ovviamente realmente a una mole di lavoro immensa. Abbiamo cercato di creare un gruppo che potesse avere continuità. I giovani sono sempre una scommessa ma sono anche i giocatori che possono poi avere un maggior margine di crescita e di sviluppo. In questo contesto la proprietà è stata davvero attenta e vicina quotidianamente nel settare strategie e portare a termine il risultato. 

Io credo che il contesto di Spezia sia ideale per un giovane che arriva dall’estero, sia il contesto città che il contesto squadra. Il gruppo di persone che lavora intorno alla squadra è un gruppo di persone giovani, dinamiche, parlano le lingue e mi sembra che i ragazzi che sono arrivati tra i primi abbiamo subito dimostrato la possibilità di adattarsi molto velocemente. Ora abbiamo la pausa delle nazionali che purtroppo ci impedisce di averli tutti qui da subito, però credo che riusciremo con il lavoro di tutti a farli integrare velocemente“.

 

Sinergia con le squadre di Platek.“Come dicevamo prima, nell’idea di costruire la squadra sul triennio abbiamo anche cercato di tenere viva la possibilità di aiutare i nostri club fratelli nel conseguire il risultato sportivo e nell’aumentare il valore tecnico nel loro parco giocatori, impegnandoci su dei ragazzi che potranno integrare la rosa dello Spezia nei prossimi anni e che ora possono essere di aiuto agli amici del Portogallo e della Danimarca“.

Prossimo impegni. “Abbiamo davanti due mesi interessanti. Finalmente credo che riusciremo a giocare una partita in casa e penso che dobbiamo affrontare le partite con lo spirito di Cagliari perché lì abbiamo dimostrato che anche nella difficoltà con lo spirito e la coesione e seguendo le idee dell’allenatore possiamo fare molto bene e continuare su questa strada avendo più lavoro sulle gambe e anche nella testa“.

 Gli acquisti. “Abbiamo completato tutti i reparti, con l’arrivo di Kiwior abbiamo completato il pacchetto difensivo, così abbiamo 2 centrali destri e 2 mancini. E’ un ragazzo di prospettiva sul quale crediamo tanto, ha esperienza nel campionato slovacco e con la nazionale polacca. Agudelo finalmente siamo riusciti a farlo tornare a casa, è stato complicato, è un ragazzo che ci può dare tante soluzioni sia a centrocampo che in attacco. Il mister lo ha già avuto a Genova e lo ha rivoluto a tutti i costi.

Strelec è stata una trattativa estenuante, non abbiamo mai mollato, penso possa essere il giocatore più sorprendente della stagione perchè ha dimostrato di saper far gol.

Manaj fino a 20 giorni fa sembrava una trattativa ritenuta impossibile, è cresciuto in Italia, conosce la lingua, il campionato e arriva in un momento della sua carriera in cui può fare un salto di qualità e completa il reparto con caratteristiche che non abbiamo”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News