Calcio Spezia
Sito appartenente al Network

Paolo Paganini: “Thiago Motta tecnico di prospettiva, Pecini tra i più bravi in Europa”

paganini

Il giornalista sportivo Rai ha detto la sua sulla situazione attuale delle aquile.

Paolo Paganini, volto storico del panorama sportivo Rai, ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano La Repubblica.

Non sono mancate le domande inerenti lo Spezia Calcio, squadra della sua città nativa.

 

IL MIRACOLO SPEZIA “Lo scorso anno il miracolo è stato dello Spezia. Ha conquistato e poi difeso la serie A con una giornata di anticipo. Si spera ora nel bis. La sentenza della Fifa sta condizionando parecchio il mercato ed è un problema in più, ma ritengo che possa ripetersi”.

 

LA NUOVA PROPRIETA’“I segnali sono positivi. È importante che ci abbiano messo la faccia. Lo Spezia è di una famiglia, i Platek, Devono capire che in Italia la logica è diversa da Portogallo e Danimarca, servono investimenti importanti”.

 

IL MISTER “Thiago Motta è un tecnico di prospettiva, preso per continuare il lavoro di Italiano. Spero che abbia gli strumenti giusti per mettere in pratica le sue idee. Ama un calcio offensivo, ha bisogno di interpreti adatti”.

 

L’UOMO MERCATO, RICCARDO PECINI“Lo considero uno dei talent scout più bravi d’Europa La struttura dei Platek non prevede il ds classico, la sua figura è ad ampio raggio, riunisce anche lo scouting. E’ stata una scelta molto intelligente. Pecini ha pescato bene all’estero, Damsgaard ed Andersen ad esempio, adesso deve prendere 4-5 giocatori da serie A, anche di esperienza, che possano creare l’ossatura della squadra”.

 

IL MERCATO – “Servono rinforzi per far crescere tutto il gruppo e dare continuità al lavoro. La speranza è che non aspettino gli ultimi giorni, per evitare inizi ad handicap”.

 

L’INFLUENZA DEL COVID“Motta parla poco ma si fa seguire dai giocatori. È un segnale importante. Ha diviso lo spogliatoio con i giocatori più forti al mondo e sa come gestire qualsiasi situazione. Non aver mai fatto un’amichevole è un problema, ma sono convinto che saprà trovare risposte subito”

 

LA SCOMESSA“Mi attendo un’ulteriore crescita di Maggiore e sono convinto che la farà, perché ha “testa”. Potrebbe anche finire nel mirino di Mancini, perché è un giocatore universale, lo scorso anno si è sasacrificato anche come terzino destro, e sono i più ricercati dai tecnici”.

Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il mercato polacco si è appena chiuso, quello della lega degli Stati Uniti chiuderà invece...
A difesa dei pali non c'è Jeroen Zoet a cui viene preferito Iannarilli, ma c'è...
Indisponibili Carraro, Compagnon, Dubickas, Sau e Voltan....

Dal Network

Nonostante la superiorità numerica e un secondo tempo giocato tutto nell’area avversaria, il Modena non...
Il tecnico rossoverde parla in conferenza stampa dopo il pareggio tra Fere e Aquilotti al...
Il commento in chiave rossoverde: "Dopo l'illuisione, la doccia fredda a partita finita"....
Calcio Spezia