Calcio Spezia
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Il Muro del Tifoso, Blasi: “Conferma di Italiano e stadio, garanzie importanti per il futuro”

Ex centrocampista centrale, proprio come mister Vincenzo Italiano, anche se la sua carriera è rimasta confinata nei campionati dilettantistici dello spezzino, Andrea Blasi tifa Spezia fin da bambino.

E’ proprio lui che ci spiega come è nata questa viscerale passione calcistica.

Ho seguito fin da piccolo la passione di mio papà e poi, crescendo, il fatto di avere due o tre amici che avevano e hanno tutt’ora la maglia bianca cucita addosso ha fatto il resto.

Tantissime le partite seguite dai gradoni della “Curva Ferrovia“, alcune rimaste nell’immaginario collettivo della tifoseria aquilotta.

Ne avrei anche troppe da raccontare. Di certo Spezia-Alessandria sotto il diluvio, il match a Milano contro il Milan e di questa stagione potrei citarle tutte, ma se proprio devo scegliere per forza di cosa indico il ritono della finale Play-Off contro il Frosinone che valse la promozione in Serie A.

Di giocatori ne ha visti passare tanti sotto la maglia bianca, ma come tanti si è affezionato a un attaccante che indossava la maglia N°11.

Giocatori? Ti rispondo con un coro da stadio… “Massimiliano dacci una mano…

Primo anno dello Spezia in Serie A e salvezza con una giornata di anticipo…

Intanto partiamo dal sogno Serie A: chi l avrebbe mai immaginato? E stato proprio un sogno diventato realtà dopo anni di speranze morte ai playoff.  Una volta poi arrivati nella serie maggiore quello che speravo era di vedere i giocatori stremati a fine partita dopo aver dato tutto e invece…sono andati oltre e hanno fatto un’impresa ancora più grande della promozione visto il livello delle altre squadre e noi con pochi giocatori di categoria! Un’ impresa firmata Italiano!

Ecco, proprio il mister. Lo Spezia riparte da Italiano in panchina, una garanzia?

Si, proprio lui, il vero artefice di questo campionato. Ha gestito una rosa enorme riuscendo a tirar fuori da ognuno il massimo e non facendo sentire nessuno una seconda scelta. Ha plasmato la squadra a sua immagine e somiglianza riuscendo anche a non sfigurare con le corazzate! E’ stato fondamentale e credo che ripartire da lui sia la base su cui fondare la prossima impresa indipendentemente dalle operazioni di mercato che ci saranno.

Ha lasciato invece Meluso. Il direttore nonostante tante critiche ingiuste aveva fatto molto bene. Cosa si aspetta per l’area tecnica?

Meluso è stato molto criticato, ma credo che abbia fatto il massimo nel poco tempo a dispozione. I fatti alla fine gli hanno dato ragione.  Per l’area tecnica non voglio fare nomi in particolare, ma vorrei qualcuno che riesca a instaurare un buon rapporto con l’allenatore. Credo che la sinergia tra direttore e allenatore sia importantissimo per poter costruire la rosa che rispecchi il credo del mister.

Cosa si aspetta dal mercato per rinforzare la squadra?

Il reparto dove andrei a lavorare maggiormente e da dove partirei e sicuramente la difesa, il reparto che ho visto più in difficoltà! Poi andrei sull’attacco dove ci sarebbe bisogno almeno di una punta di spessore. Il centrocampo se rimanesse questo potrebbe anche andar bene, anche se un innesto d’esperienza sarebbe molto utile.

Non verrà riscattato Estèvez, mentre Leo Sena è tutto spezzino…

“Sono i due “sconosciuti” che mi hanno impressionato di più.  Mi sarebbe piaciuto rivederli entrambi con un anno in più d’esperienza nel campionato, ma tra i due se avessi dovuto fare una scelta avrei tenuto proprio Leo Sena.”

Circolano i nomi di Ounas, Reca, Messias, Lapadula, Frattesi e altri che ne pensa?

“Tra tutti questi farei carte false per Junior Messias… Un giocatore veramente di una spanna sopra.”

I Platek rifaranno lo stadio…

“Un passo importante, la prima vera mossa che mi ha fatto capire che fanno sul serio… La seconda? Italiano”

Lo Spezia riuscirà a restare al picco e avrà nuovamente i tifosi dalla sua? Quanto le è mancato lo stadio?

“Il Picco non è mai stato uno stadio, è sempre stato qualcosa di più… Un ritrovo tra amici dove quell’ora e mezza volava. Indipendentemente dal valore della partita c è sempre stato un prepartita fatto di tensione ed emozione! Impagabile! E poi quel calore da Picco…”

Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Lo storico club di tifosi organizzati dello Spezia ha una nuova Presidente e un nuovo...

Anche la “piazza virtuale” di tifosi aquilotti si fa sentire dopo la retrocessione in cadetteria...

Presa di posizione molto dura da parte del gruppo di tifosi organizzato dello Spezia Dura...

Dal Network

L'allenatore del Parma in conferenza stampa: "Vittoria fondamentale contro una squadra di valori"...

Altre notizie

Calcio Spezia