Calcio Spezia
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Papà Ireneo racconta Ferrarini, spezzino del Venezia neo promosso in A

Intervistato da La Nazione: “Spero che ripeta le gesta di mio zio e mio nonno Campioni d’Italia con lo Spezia nel ’44. Zanetti ha sempre creduto in lui. Molinaro gli ha chiesto la maglia di quando arriverà in Nazionale!

E’ cresciuto tanto in questa stagione Gabriele Ferrarini, terzino classe 2000, spezzino di nascita e neo promosso in Serie A con il Venezia.

Il giocatore è arrivato in prestito in Laguna dalla Fiorentina dopo un’annata in Serie C nella Pistoiese e nella seconda parte di stagione si è ritagliato ampiamente il suo spazio.

Diciotto le presenze con un assist a suo attivo.

Cresciuto nelle giovanili del club viola vanta geni in comune con due giocatori che militarono nella squadra dei Vigili del Fuoco dello Spezia Campione d’Italia nel ’44 battendo il “Grande Torino”.

A raccontare il Ferrarini calciatore ai colleghi de La Nazione ci ha pensato quest’oggi papà Ireneo, ex calciatore a livello dilettante.

CRESCITA –Gabriele è cresciuto tanto nella grinta e nel carattere. Ha capito che in B le partite pesano e quando deve entrare duro su un avversario lo fa senza problemi. Zanetti e Cordoba ne parlano da tempo molto bene, dicono che abbia sviluppato una “gamba impressionante”. In settimana il suo agente incontrerà Pradé: forse gli conviene restare al Venezia in prestito, ma magari lo vede Gattuso e se ne innamora.

PALLONE VIZIO DI FAMIGLIA –Mio zio Wando Persia e mio nonno Sergio sono stati Campioni d’Italia a La Spezia con la squadra dei Vigili del Fuoco nel ’44. Cordoba conosce la nostra storia visto che il suo amico Facchetti Jr. lo ha omaggiato di un libro che parla di quella squadra. La speranza è che Gabriele ripercorra le loro orme.

ZANETTI & MOLINARO –Determinante per la crescita di Gabriele è stato mister Zanetti che ha sempre creduto in lui anche quando giocava poco mostrandogli sempre fiducia. Mi permetto di spendere due parole su un giocatore di grande esperienza come Cristian Molinaro che è stato vicino a Gabriele fin dal primo momento. Addirittura ha chiesto a mio figlio la maglia di quando arriverà in Nazionale!

CORONAVIRUS –Un momento difficile quest’anno è stato sicuramente quando Gabriele ha contratto il Covid a Gennaio. E’ stato un periodo brutto perchè Zanetti era pronto a dargli fiducia e invece è dovuto stare fermo per 27 giorni perché positivo. Noi, come famiglia, e il club gli siamo sempre stati vicini.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Con questo successo i calabresi staccano di tre punti gli aquilotti....
Da domani testa al derby dovendo trovare il sostituto di Falcinelli squalificato e valutando le...
Un saluto dalla redazione di CalcioSpezia: iniziamo come di consueto con le prime pagine dei...

Dal Network

L'allenatore del Parma in conferenza stampa: "Vittoria fondamentale contro una squadra di valori"...

Altre notizie

Calcio Spezia