Calcio Spezia
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Play-off Serie B, il Venezia degli spezzini Ceccaroni e Ferrarini si gioca la A con il Cittadella

I lagunari eliminano il Lecce: vantaggio su rigore di Aramu a fine primo tempo e risposta di Pettinari al 20′ della ripresa. Mancosu fallisce un penalty. Ai brianzoli non riesce la rimonta

Le gare di ritorno delle semifinali del campionato di Serie B hanno emesso il loro verdetto sulle due squadre che si giocheranno il terzio posto che vale la Serie A, già conquistata direttamente da Empoli e Salernitana.

Nel Venezia spicca la presenza di due spezzini come Pietro Ceccaroni e Gabriele Ferrarini.
Il centrale difensivo è ormai una colonna della squadra di Zanetti tanto da essere diventato lo “stakanov del calcio italiano”: 40 presenze, 3 gol e 3 assist per il difensore di Lerici in stagione
Per Ferrarini, terzino destro 21enne, sono fino 17 le presenze stagionali con 1 rete.
Una spruzzata di Spezia anche nel Cittadella con il giovane Baldini, massese, ma ex prodotto delle giovanili dello Spezia Calcio e autore di tutte e tre le reti con coi la squadra di Venturato ha battuto il Monza nella gara di andata ipotecando la finale.

LECCE-VENEZIA 1-1. La squadra di Corini staziona per lunghi tratti nella metà campo dei lagunari (producendo gioco e angoli) colpendo la traversa al 35’ dalla traversa colpita dai padroni di casa sul pallone calciato da Maggio e sfiorando la marcatura un minuto con Pettinari, che sfiora il vantaggio. Gli uomini di Zanetti vanno vicini alla rete al 44’ con un corner tagliatissimo direttamente in porta, con Gabriel che chiude bene sul primo palo, e poi con il tentativo di CeccaroniIrrati, richiamato da Maresca al Var, assegna un rigore ai veneti per un contrasto in area tra Maggio Svoboda. Dal dischetto (48′)  esecuzione impeccabile di Aramu, che lascia immobile il portiere di casa. Al 50’ Mapaa salva il pareggio con una gran parata sul mancino di  Coda, al termine di un’azione insistita.

Al 3’ della ripresa l’appena entrato in campo Mancosu, va ad un passo dalla segnatura su punizione. Nonostante qualche confusione i attacco i giallorossi pareggiano al 20′ con Pettinari, il quale insacca la sfera dopo una respinta del portiere dopo un primo tentativo di testa di Dermaku e passaggio di Lucioni. Ottenuto il pareggio il Lecce alza il ritmo, offrendo spazia al Venezia, ma usufruisce al 35′ di un rigore (concesso da Irrati) per fallo con la mano di MalehMancosu però fallisce, calciando altissimo. Nel finale (compresi i 5′ di recupero)  l’assalto casalingo non produce il gol che vorrebbe dire finale, sfiorato da Paganini al 48′. Finisce 1-1 per la delusione del Lecce e la gioia del Venezia, che prosegue il suo incredibile percorso verso un clamoroso ritorno in Serie A dopo 20 anni, quando alla presidenza c’era Maurizio Zamparini.

MONZA-CITTADELLA 2-0. Al Brianteo serve la rimonta della squadra di Brocchi, dopo il 3-0 rimediato all’andata. i padroni di casa fanno la partita, i veneti non stanno a guardare anche se tiri in porta nella prima parte dell’incontro non ne producono, eccetto la conclusione al 26′ di Baldini (uomo gara all’andata con la tripletta) al tiro da fuori area fuori di poco.  Squadre negli spogliatoi dopo 1′ di recupero senza reti, anche perchè sul pallone messo in area da BoatengPericone  rischia l’autorete. Al 3′ della ripresa Tsadjout calcia dal limite, conclusione viene deviata da Bellusci e palla alta di pochissimo. I padroni di casa sbloccano il match dieci minuti dopo, con Balotelli, servito dalla sinistra da Carlos Augusto, che supera con un piattone col destro Kastrati, accendendo la speranza.

Nei minuti seguenti prosegue il pressing del Monza (Balotelli ad un passo dalla doppietta al 29′) mentre gli ospiti giocano col cronometro in mano con Venturato  che si affida ai cambi a sua disposizione. I lombardi raddoppiano al 33′ con la palla mandata all’angolino da D’Alessandro. Un minuto dopo, sugli sviluppi di un corner, Diaw sfiora il tris, cosa che capita (43′) anche a Bellusci. 4′ di recupero per i tentativi monzesi, ma il risultato non cambia. Forte delusione (la stessa del Lecce eliminato dal Venezia) in casa brianzola, mentre è festa per il Cittadella.

LA FINALE. Domenica alle 21.15 gara d’andata in casa del Cittadella, giovedì alle 21,30 il ritorno al Penzo di Venezia.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il tecnico retrocesso dalla Serie A alla Serie B nello spareggio del "Mapei Stadium" commenta...
L'ex bomber delle Aquile ha assistito in Curva Ferrovia a Spezia-Lecco promuovendo un'iniziativa benefica dell'Associazione...
La Salernitana studia le mosse per trattenere il classe '98 ma le pretendenti non mancano....

Dal Network

L'allenatore del Parma in conferenza stampa: "Vittoria fondamentale contro una squadra di valori"...

Altre notizie

Calcio Spezia