Calcio Spezia
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

In sei per evitare il terzultimo posto: ecco la lotta per non retrocedere da qui al 23 maggio

Mancano cinque gare al termine del campionato: lo Spezia ha sperperato otto dei dieci punti di vantaggio sulla zona retrocessione nelle ultime tre gare di campionato.

Un rush finale da brividi, una situazione che, purtroppo, si è complicata clamorosamente dopo le ultime tre gare di campionato. Tre gare in cui sono arrivate le sconfitte in casa di Bologna e Genoa e il gran punto strappato alla capolista Inter al “Picco”. Quello ottenuto contro i nero azzurri, ormai prossimi allo scudetto, è stato l’unico punto incamerato sui nove a disposizione che ha portarto lo Spezia a vedere il suo ottimo vantaggio di dieci punti sul terzultimo posto a sole due lunghezze di vantaggio. Con tre vittorie consecutive il Cagliari ha infatti “rosicchiato” otto punti alle Aquile che, seppur forti del vantaggio negli scontri diretti rispetto nei confronti dei rossoblu sardi, devono ora invertire la tendenza a partire dalla, comunque, difficile gara del “Bentegodi” contro l’Hellas Verona.

Non ci sono comunque solo i sardi coinvolti nella lotta salvezza con la squadra di mister Italiano, ma anche altre quattro concorrenti: GenoaFiorentina, Torino e Benevento. Queste sei compagini, raccolte nello spazio di appena cinque punti, si daranno battaglia verosimilmente fino al 23 maggio.

CALENDARIO SPEZIA – Analizzando il calendario lo Spezia dovrà disputare due gare in trasferta e tre nel fortino del “Picco“. Si inizia, come detto, sabato al “Bentegodi” contro l’Hellas Verona già salvo e reduce da quattro sconfitte consecutive. Proprio questo fillotto di K.O. della squadra gialloblu deve far temere la voglia di rivalsa della compagine allenata da Juric che sicuramente non regalerà niente alle Aquile. Si prosegue poi in casa la settimana seguente con la difficilissima sfida al Napoli di Gattuso, una delle formazioni più in forma del momento (vedi vittorie contro Lazio e Torino, Ndr) e lanciata nella lotta per conquistaere una piazza in Champions League. All’andata vinse lo Spezia e quindi i partenopei saranno animati anche da voglia di rivalsa, inoltre proprio il nome di Italiano è stato accostato più volte agli “azzurri” e Gattuso vorrà fare di tutto per allontanarlo. Il mercoledì successivo l’ultima trasferta della stagione con a “Marassi” contro la Sampdoria di Ranieri già tranquilla. Forse la gara sulla carta un “po’ più morbida” delle ultime cinque per i “bianchi”. Si chiude al “Picco” con la doppietta Torino – Roma. Quella con i granata dell’ex Davide Nicola è una gara spareggio con le due compagini in lotta per lo stesso obbiettivo, bisognerà analizzare bene la classifica a quel punto, ma sarà una partita durissima. L’ultima giornata invece i giallorossi, pur non regalando niente, potrebbero essere già qualificati per la prossima Europa League e già fuori dalla possibile qualificazione alla Champions. Quindi, sulla carta, la squadra capitolona potrebbe essere meno motivata. Oltretutto se l’undici di Fonseca dovesse eliminare il Manchester United nella semifinale di Europa League (l’andata si disputa questa sera, Ndr) dopo la partita con lo Spezia dovrebbe affrontare la finalissima e le energie potrebbero quindi essere rivolte a quell’appuntamento.

IL CALENDARIO DELLE ALTRE – Partiamo dal Cagliari, la squadra al momento più in forma. Per i rossoblu di Semplici un calendario sicuramente impegnativo, ma non impossibile per quanto hanno fatto vedere in queste ultime tre giornate. Subito il Napoli allo stadio Maradona, poi probabilmente la gara più importante della stagione, quella al Vigorito contro il Benevento. Con le “Streghe” di Filippo Inzaghi in palio una grossa fetta di salvezza. Quindi, altra gara cruciale contro la Fiorentina, questa volta alla Sardegna Arena, Milan al Meazza e chiusura in Sardegna contro un Genoa quasi certamente già fuori pericolo e che quindi potrebbe lasciare punti a differenza di quanto successo sabato scorso contro lo Spezia.

Ecco, detto proprio del Genoa, che dovrebbe chiudere la pratica salvezza senza troppi patemi d’animo, le altre squadre non sono al riparo da possibili pericoli.

La Fiorentina ha fondamentalmente tre grossi ostacoli: LazioCagliari e Napoli. Se riuscirà a contenere le perdite in queste sfide, la salvezza non dovrebbe sfuggirle.

Chi rischia un po’ di più, visto il calendario, potrebbe essere invece il Benevento: i campani, dopo l’aggancio da parte del Cagliari sono piuttosto preoccupati, e le prossime tre gare (MilanCagliari e Atalanta)

Discorso a parte merita il Torino: i granata avranno un jolly da giocare nel recupero contro la Lazio, ma per come stanno viaggiando ora i biancocelesti, assetati di punti in ottica Champions, sarà davvero dura fare punti allo stadio Olimpico. Certo la data del recupero fissata dalla Lega Serie A ha lasciato molto più che perplessi. I granata, dopo il K.O. interno contro il Napoli, riceveranno un Parma ormai rassegnato alla Serie B e poi andranno a Verona per incontrare un Hellas già salvo. Le gare con Milan e Spezia sono invece ad alto tasso di difficoltà. Ultima giornata sfida salvezza al Benevento che potrebbe essere cruciale, come ininfluente: dipenderà tutto dai risultati delle giornate precedenti.

Lo sprint è partito, non resta che vedere come andrà a finire.

 

* In maiuscolo le gare in trasferta

** Il 18 maggio (ore 20.30) il Torino recupererà la gara contro la Lazio, non giocata lo scorso 2 marzo

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Nessun giocatore merita la sufficienza dopo la sconfitta di Parma per i lettori di CS:...
Il centravanti si è infortunato nel primo tempo contro il Sud-Tirol. Anche D'Angelo dovrà cambiare...
Il colombiano è tornato a parlare: "Con Thiago Motta facemmo un miracolo, Italiano ha un...

Dal Network

L'allenatore del Parma in conferenza stampa: "Vittoria fondamentale contro una squadra di valori"...

Altre notizie

Calcio Spezia