Resta in contatto

Il muro del Tifoso

Marco Maggiani lo spezzino che tifa Cagliari “stregato” da Gigi Riva

Sabato la squadra della sua città e per la quale fa il tifo si incrociano al “Picco”: “Sarà una lotta!” Maggiani simpatizza per le Aquile: “Tanto di cappello a Italiano e alla squadra per quanto stanno facendo. Io stravedo per Giulio Maggiore”

Spezzino simpatizzante per lo Spezia Calcio da sempre, ma non tifoso accanito delle Aquile. Il suo tifo infatti Marco Maggiani lo conserva per un’altra squadra. Una “strisciata” penserete voi. E invece no perchè Maggiani, operario e allenatore nel calcio dilettantistico, è tifoso proprio di quel Cagliari che sabato pomeriggio arrivera al “Picco” alle ore 18:00 a contendere una fetta di salvezza alle Aquile di Italiano.

Oggettivamente è raro vedere uno spezzino tifoso del Cagliari, ma come è nata questa passione? A spiegarcelo è stato proprio Marco Maggiani. “In gioventù ho conosciuto “Rombo di Tuono“, il grande Gigi Riva vera bandiera sarda. Il  Cagliari mi ha emozionato quando ha vinto lo scudetto e da allora, tra la conoscenza di Riva e questa impresa, ne sono sempre stato sostenitore.”

Non solo la passione per Gigi Riva, ma anche per un “campioncino in crescita” con la maglia aquilotta: “Gigi Riva lo porto sempre nel cuore, ho anche una sua foto in cui mi fece una dedica con autografo. Nello Spezia però mi sta molto appassionando e ho molta stima di Giulio Maggiore, e poi è il figlio del mio amico e avversario ai tempi del calcio giocato nei dilettanti Luca.

Lo Spezia non ha affatto sfigurato a Bergamo, però dopo un primo tempo ottimo è crollato nella ripresa. Come ha visto le Aquile?

Ottimo primo tempo dello Spezia: la squadra era compatta e quadrata al “Gewiss Stadium” mettendo in mostra un buon possesso palla, ma è stata sfortunata nella conclusione di Ricci trovando una grande risposta di Sportiello. Nella ripresa ha perso un po’ di lucidità, forse un po’ di timore reverenziale nei confronti di una squadra talentuosa che gioca un ottimo calcio e che sicuramente sarà protagonista stasera a Madrid con il Real. Penso che Italiano debba lavorare molto sui cali di tensione del suo gruppo.

Dopo tre risultati utili consecutivi invece il Cagliari è stato travolto da CR7.

Una squadra apparsa troppo timida nel primo tempo, sembravano incapaci di reagire al primo goal incassato quasi fossero una vittima sacrificale sull’altare della voglia di rivincita di CR7 & company. Tutt’altra prestazione nella ripresa: diverso l’approccio, potevano anche rimettere la partita in carreggiata.

Con Semplici il Cagliari aveva avuto una grande ripresa. Cosa ti aspetti da questo finale di stagione?

Personalmente spero con tutto il cuore che sia Spezia che Cagliari si salvino. I sardi hanno davvero delle individualità importanti, mentre lo Spezia ha un ottimo gruppo. Italiano ha saputo forgiare una squadra che lotta e fa gioco anche cambiando i calciatori che di volta in volta scendono in campo. Tanto di cappello a lui e alla sua squadra.

Sabato al “Picco” si affronteranno nello scontro diretto la squadra della tua città e quella per cui fai il tifo. Che partita ti aspetti?

Una lotta! Il Cagliari ha solo un obiettivo ossia la vittoria. Lo Spezia dovrà sfruttare la sua capacità di giocare a due tocchi per andare a fare dei punti: con così poche partite al termine della stagione ogni match è come una finale. Penso che quella di sabato al “Picco” sarà gara molto maschia: personalmente, dato che amo il bel calcio, spero che sarà una bella partita e che vinca il calcio.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
Solo Aquile
Solo Aquile
27 giorni fa

Ahiò, vai in Sardegna allora a tifare…

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a LA SPEZIA su Sì!Happy

Altro da Il muro del Tifoso