Resta in contatto

News

Sottili: “Atalanta avversaria forte, spero che lo Spezia replichi risultato dell’andata”

L’ex difensore delle Aquile, appena chiamato alla guida della Pistoiese, è stato intervistato dal Secolo. “Sono legatissimo allo Spezia e alla Spezia, per me sarà sempre un pezzo di cuore”

Appena chiamato al capezzale della Pistoiese, dove ha preso il posto dell’esonerato mister Riolfo, mister Stefano Sottili è stato intervista da Il Secolo XIX in vista della sfida di domani sera contro l’Atalanta al “Gewiss Stadium”.

L’ex difensore è infatti doppio ex delle due formazioni anche se a dire la verità con la società bergamasca ha disputato appena sei incontri per via di un grave infortunio, mentre per ben 107 volte è sceso in campo con indosso la maglia bianca.

PARTITA DIFFICILE –Mi auguro che lo Spezia possa replicare lo stesso risultato dell’andata anche se l’Atalanta parte avvantaggiata. I bergamaschi sono reduci da una sconfitta con l’Inter da cui non sono usciti ridimensionati, anzi si sono resi protagonisti di un’ottima prestazione per questo lo Spezia è consapevole di dover affrontare un’avversaria molto forte e in cuor mio spero che possa tenerle testa nonostante le difficoltà.

ATTEGGIAMENTO DI GIOCO –Entrambe per il potenziale che hanno a disposizione stanno facendo molto, mettendo in campo approcci opposti dato che Gasperini lavora più sui riferimenti, come l’uno contro uno, mentre Vincenzo si concentra molto di più su un lavoro di reparto caratterizzato da una linea di difesa alta e improntato molto sul collettivo. Due metodologie diverse che però hanno in comune la capacità di saper abbinare un calcio piacevole ai risultati, aspetto che non è da trascurare

LOTTA SALVEZZA –Le Aquile hanno le carte in regola per riconfermarsi. Ma non è facile adesso il Cagliari si sta riprendendo e lottando per risalire, ma lo Spezia ha dimostrato tanto e nessuno a inizio stagione si sarebbe aspettato ti vederlo oggi a 26 punti, dopo una promozione arrivata a pochi settimane dall’inizio della stagione e una squadra da rimodellare alla categoria

RICORDI –A Bergamo ho vissuto una favola durata troppo poco, quella della serie A, compromessa da quello che fu l’infortunio più grave della mia carriera e che arrivò nel momento sbagliato. Porterò sempre con me il ricordo un’isola felice dove si poteva lavorare in serenità e dove si respirava la passione della tifoseria. Alla Spezia ho vissuto 4 anni, il più lungo tempo rispetto a tutti gli altri club in cui ho giocato. Sono legatissimo alla città, alla piazza e soprattutto è lì che mia figlia ha mosso i primi passi, quindi sarà sempre un pezzo di cuore per me

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News