Resta in contatto

L'angolo dell'avversario

Krause: “Il progetto Tardini va avanti indipendemente da una possibile retrocessione”

Questa la linea del presidente del Parma ribadita ancora una volta nel corso di un incontro in Comune con il vicesindaco Marco Bosi. Anche per lo Spezia la questione “Picco” sarà ben presto di centrale importanza.

Da Robert Platek a Kyle Krause, dallo stadio “Alberto Picco” allo stadio “Ennio Tardini“: per le proprietà americane di Spezia e Parma il rinnovamento dello stadio è al centro del progetto.

In casa ducale il rinnovamento dello stadio Tardini è un punto cardine del progetto del Parma per Kyle Krause, e lo è indipendentemente dai risultati sportivi. Questo è il messaggio ribadito e sottolineato con forza dal presidente crociato in un incontro, svoltosi ieri pomeriggio in Municipio, con l’amministrazione comunale, rappresentata dal vicesindaco Marco Bosi.

IL PROGETTO VA AVANTI. “Siamo una squadra che ha come radici la passione e la resilienza. Stiamo affrontando delle difficoltà, ma ci impegneremo fino in fondo per mantenere la categoria. A prescindere da questo voglio dire chiaramente che, indipendentemente da come terminerà la stagione, ci impegniamo ad andare avanti con il rinnovamento del nostro stadio. Il Tardini è iconico, e la sua ristrutturazione è significativa non solo per noi ma per l’intera città di Parma. Era importante dunque per me comunicarlo personalmente al sindaco e al vicesindaco, e ribadire il nostro impegno a lungo termine per il Parma e per il progetto di rinnovamento dello stadio Tardini“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a LA SPEZIA su Sì!Happy

Altro da L'angolo dell'avversario