Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Dirette

Spezia-Juventus 1-4: gli aquilotti cadono contro i pluricampioni d’Italia

Spezia - Juventus

Devastante l’impatto del fenomeno di Funchal sulla partita. Rabiot cala il tris poco dopo. Spezia che non esce comunque ridimensionato. Bel primo tempo da parte degli aquilotti

90+3′ Termina a Cesena. Vince la Juventus

90′ Ci saranno 3′ di recupero

89′ Cannonata di Ismajli dalla distanza, ribatte Rabiot.

87′ prolungato possesso palla della Juventus che addormenta la partita.

76′ Cucchiaio di CRISTIANO RONALDO che spiazza Provedel e sigla la doppietta personale e il poker per la Juventus.

75′ RIGORE PER LA JUVENTUS: Chiesa va via a sinistra, entra in area, protegge il pallone e Bartolomei lo colpisce in pieno: rigore netto.

72′ OCCASIONISSIMA PER FARIAS che conclude da sinistra e trova il salvataggio in angolo di Demiral a portiere battuto.

70′ Nzola recupera una palla al limite dell’area e la appoggia al limite dell’area a Bartolomei che calcia di prima intenzione non trovando lo specchio della porta.

68′ TRIS JUVENTUS: verticalizzazione su RABIOT che si inserisce in area, salta Chabot e insacca con il destro per il doppio vantaggio della Juventus.

64′ SPEZIA AD UN SOFFIO DAL PARI: ci vuole un miracolo di Buffon sul colpo di testa di Chabot a seguito di un’azione d’angolo. Poi in fuorigioco netto Agudelo appoggia in rete, ma l’azione era già ferma.

59′ NUOVO VANTAGGIO JUVENTUS: Ci mette tre minuti CRISTIANO RONALDO a trovare il gol e portare in vantaggio la Juventus. Sull’assist di Morata il fenomeno di Funchal si infila tra le maglie della difesa di Italiano, mette a sedere Provedel e insacca a porta vuota.

56′ Deludente Dybala, Pirlo lo richiama in panchina e dopo una lunga assenza causa Coronavirus si rivede in campo Cristiano Ronaldo.

55′ grande chisurua di Salva Ferrer su Chiesa lanciato sulla corsia di sinistra.

51′ Spezia vivo, bel giro palla, squadra che attacca anche con sette uomini. Alla fine di un’azione manovrata ci prova Bartolomei, palla ampiamente sul fondo, ma lo Spezia c’è.

47′ grande apertura di Bentacuor per Cuadrado che taglia fuori Bastoni e centra in mezzo dove arriva il solito Chabot che anticipa McKennie salvando in angolo. Dall’angolo riparte lo Spezia con Agudelo che si fa tutto il campo e mette in mezzo un bellissimo pallone allontanato in maniera provvidenziale per la Juventus da Bonucci.

46′ RIPARTITI: all’intervallo dentro Agudelo per Verde.

SECONDO TEMPO

47′ P.t. duplice fischio di Abisso: squadre a riposo sul parziale di 1 – 1. Dopo una buona mezzora di marca juventina lo Spezia rientra in partita e si prende con forza il pareggio.

43′ recupero incredibile di Chabot che devia in calcio d’angolo una clamorosa occasione per la Juventus. Morata brucia Terzi sulla sinistra, entra in area e mette in mezzo per McKennie, ma il difensore tedesco devia in angolo compiendo un salvataggio incredibile!

33′ lo Spezia sembra essersi definitivamente svegliato. Gran sinistro di Nzola che esce alla destra di Buffon.

32′ PAREGGIO SPEZIA: Grande Bartolomei sulla destra che salta due uomini e appoggia a POBEGA che calcia dal cuore dell’area e con una doppia deviazione trova il gol del pareggio!

31′ OCCASIONISSIMA PER LO SPEZIA: Verde taglia il campo per Nzola che si infila tra le maglie della difesa ospite, ma il centravanti francese è fermato con grande affanno da Demiral, torna in possesso Nzola che appoggia a Ricci, tiro fuori.

29′ salvataggio determinante di Chabot che si oppone con il corpo alla gran conclusione di Chiesa mandato in porta da un’ottima verticale di Danilo.

27′ ripartenza juventina con Dybala che porta palla, apre a sinistra per Chiesa che mette in mezzo per McKennie, ma è bravissimo Provedel a uscire in presa bassa e fare suo il pallone.

25′ primo tiro in porta dello Spezia: ci prova Ricci con un tiro da fuori dopo un rinvio sbagliato di Buffon, ma il portiere ospite non ha problemi a disinnescare.

23′ GOL ANNULLATO: fuorigioco di rientro fischiato a Morata, con l’ausilio del VAR, e annullato il raddoppio dello spagnolo e della Juventus.

22′ lo Spezia soffre la pressione juventina, ma molto bravo Nzola che si impegna quasi fino al limite dell’area per dare manforte alla difesa recuperando un pallone importante.

18′ ancora una grande azione palla a terra tutta di prima della Juvents con passaggio di Arthur per Morata che verticalizza su Chiesa il quale, al limite, scocca un rasoterra che esce a fil di palo.

14′ JUVENTUS AVANTI: grandissima verticalizzazione di Danilo per McKennie che davanti a Provedel appoggia a Morata il quale da due passi non può che insaccare in rete. Dopo un controllo del VAR il gol viene convalidato, rimangono così “solamente” cinque i gol annullati allo spagnolo per fuorigioco nelle ultime tre partite.

11′ dai e vai tra Arthur e Cuadrado che verticalizza su Dybala con il N°10 che entra in area, sterza e arma il sinistro con la palla che esce di un niente a lato del palo. Viene fischiata una posizione di fuorigioco che il VAR avrebbe annullato in caso di gol in quanto Chabot teneva in gioco l’argentino. Egoista Dybala nella circostanza, se avesse appoggiato a Chiesa l’ex Fiorentina avrebbe potuto appogiare in porta.

7′ quello che si nota in questi primi momenti di partita è Dybala che si abbassa quasi a centrocampo lasciando campo aperto agli inserimenti di McKennie e per il gioco in verticale di Morata. Di contro Italiano si “sgola” con Nzola richiamandolo in pressione su Bonucci, primo uomo a costruire il gioco della formazione juventina.

6′ la prima azione degna di nota è di marca ospite: verticalizzazione di Dybala per Morata che incrocia il mancino, ma non trova lo specchio della porta.

1′ PARTITI al Manuzzi con lo Spezia reduce da due pareggi consecutivi per 2 – 2 con Fiorentina e Parma, mentre la Juventus è alla ricerca del suo primo successo esterno del campionato. Classica maglia bianca per le Aquile, divisa “orange” per la squadra di Andrea Pirlo.

PRE PARTITA

Sesta giornata del primo storico campionato di Serie A e lo Spezia Calcio ospita sul neutro dell’Orogel Stadium “Dino Manuzzi” di Cesena i nove volte consecutivamente Campioni d’Italia della Juventus.

Spezia senza timori reverenziali nei confrontio dei blasonati avversari che proprio oggi compiono 123 anni.

Lo dice l’atteggiamento della squadra di Italiano in queste prime giornate di campionato.

Lo dice la storia con lo Spezia vera e propria “bestia nera” della formazione piemontese che mai, in gare ufficiali, è riuscita a battere gli Aquilotti.

Sei gare ufficiali terminate con due vittorie di marca spezzina e quattro pareggi.

LE FORMAZIONI

Italiano conferma il suo 4 – 3 – 3 in cui Bastoni vince il ballottaggio con Marchizza e Dell’Orco per la maglia di terzino sinistro, Farias quello con Gyasi per il secondo esterno d’attacco del tridente. Per il resto è lo Spezia che ci si attendeva.

Problemi in difesa per la Juventus con i soli Demiral e Bonucci centrali a disposizione. Retroguardia completata dal terzino Danilo adattatio ancora una volta a centrale. A difesa dei pali il carrarino Gianluigi Buffon.

A centrocampo maglia da titolare per Arthur con Chiesa e Cuadrado sulle corsie. In avanti Morata in coppia con Dybala che ritrova così da avversario l’ex compagno di squadra al Palermo Terzi.

Tabellino

SPEZIA – JUVENTUS 1 – 2

Marcatori: 14° Morata (J), 32° Pobega (S), 59° e 76° [Rig.] Cristiano Ronaldo (J), 68° Rabiot (J)

Spezia (4-3-3): Provedel; Ferrer, Terzi, Chabot (73° Dell’Orco), Bastoni; Bartolomei, Ricci, Pobega (73° Estévez), Verde (46′ Agudelo), Nzola, Farias (73° Gyasi). All. Italiano

A disp.: Rafael, Kaprikas, Ismajli, Marchizza, Vignali, Mora, Agoumé, Deiola, Leo Sena, Piccoli.

Juventus (3-5-2): Buffon; Demiral, Bonucci (74° Frabotta), Danilo; Cuadrado, Bentacur (62° Rabiot), Arthur, McKennie (62° Ramsey), Chiesa; Dybala (56° Cristiano Ronaldo), Morata (74° Kulusevski). All. Pirlo

A disp.: Szczesny, Pinsoglio, Bernardeschi, Portanova.

Arbitro: Sig. Rosario Abisso di Palermo

Assistenti: Sig. Ciro Carbone di Napoli e Sig. Alessandro Cipressa di Lecce

IV Uomo: Sig. Eugenio Abbattista di Molfetta

VAR: Sig. Daniele Doveri di Roma Uno

AVAR: Sig. Fabiano Preti di Mantova

Note: ammoniti Chabot (S), Rabiot (J), corner 2 – 3, rec. 2′ e 3′

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Dirette