Resta in contatto

Esclusive

ESCLUSIVA CS – Gianni Balzarini: “Attenta Juve, con lo Spezia approccio e mentalità saranno fondamentali”

Il noto giornalista Mediaset ha parlato in esclusiva per CalcioSpezia.it alla vigilia di Juventus-Spezia.

Alla vigilia di Juventus-Spezia, che andrà in scena domani sera alle 20.45 all’Allianz Stadium, il giornalista Mediaset Gianni Balzarini ha risposto in esclusiva alle domande di CalcioSpezia.it. Balzarini, che da anni segue da vicino le vicende della “vecchia signora”, ha predicato prudenza: per battere le aquile, ha spiegato, ai bianconeri servirà il giusto approccio mentale.

Qui le parole di Gianni Balzarini:

Domani sera andrà in scena Juventus-Spezia. Squadre con ambizioni differenti ma divise da un solo punto. Che partita si aspetta?

“Mi aspetto una partita più insidiosa rispetto a Juve-Roma per via dell’approccio. Con la Roma l’approccio è stato buono ma c’è il rischio che una gara come quella di domani possa essere sottovalutata. La Juve dovrà fare attenzione e approcciarsi alla gara come se di fronte avesse una big. La mentalità farà la differenza. Ci sono, inutile negarlo, evidenti differenze tecniche ma la componente mentale sarà decisiva”.

Una Juventus che si presenterà a questa sfida priva di elementi importanti, quali scelte farà Allegri?

“Con Allegri le soprese sono da mettere in preventivo. Dubito Bonucci e Di Maria possano essere rischiati anche in virtù dei prossimi incontri con Fiorentina e PSG in Champions. Non mi aspetto grosse novità. Bisognerà però capire se prevarrà ancora l’idea di Danilo centrale o se verrà rispostato sulla destra con uno tra Rugani e Gatti accanto a Bremer. Probabilmente Milik avrà spazio a gara in corso ma davanti dovrebbe partire Vlahovic con Kostic e Cuadrado ai lati”.

Lo Spezia è cambiato molto con l’arrivo di Luca Gotti. Che impressione le ha dato fin qui?

“Battere l’Empoli significa giocarsi già una buona parte di salvezza. I successi con le dirette concorrenti sono fondamentali. Anche il pari con il Sassuolo è stato importante. Con l’Inter, onestamente, sarebbe servito un miracolo come già accaduto con il Milan scorso anno. Gotti ha portato autoritarismo, va bene il bel gioco ma se devi salvarti devi essere pratico e mi pare lo Spezia lo sia. Domani mi aspetto uno Spezia sulla difensiva e pronto a ripartire. Credo che sarà la Juve a fare la gara ma, come ho detto, l’approccio sarà fondamentale”.

In estate si è parlato molto di un interessamento della Juventus per Verde. Pensa possa stare in un contesto come quello bianconero?

“Bisogna valutare anche l’età del calciatore. Alla Juventus è difficile sfondare subito, vedi Miretti. Verde è senza dubbio un elemento molto interessante ed è sembrato molto vicino alla Juve poi la trattativa è sfumata. Già il fatto di essere entrato in orbita Juve penso che rappresenti per lui uno stimolo a far meglio. Se ci riuscirà la prossima estate il suo nome potrebbe ricomparire negli obiettivi bianconeri”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Esclusive