Calcio Spezia
Sito appartenente al Network

Maggiore e Ceccaroni, capitani contro di una Spezia da Serie A

Entrambi spezzini, entrambi cresciuti nelle Giovanili dello Spezia Calcio, ma il difensore per potersi affermare definitivamente è dovuto “emigrare” in Laguna

Incroceranno i tacchetti domani pomeriggio dalle ore 15:00 al “Penzo“, ma poco prima si saranno stretti la mano nel cerchio di centrocampo al lancio della monetina da parte del Direttore di Gara.

Entrambi con la fascia di capitano al braccio sinistro, entrambi spezzini, entrambi cresciuti nel Settore Giovanile dello Spezia e poi passati in Prima Squadra.

Da una parte il “nostroGiulio Maggiore, dall’altra il “lagunare” Pietro Ceccaroni.

Sicuramente un evento più unico che raro nel massimo campionato di calcio italiano.

Maggiore nella scorsa stagione ha ereditato i gradi di capitano delle Aquile da Claudio Terzi e ha dimostrato fin da subito di incarnare alla grandissima tutto ciò che i tifosi dello Spezia chiedono a chi porta quella fascia al braccio.

Attaccamento alla maglia, amore per la propria squadra, amore per la propria città: un giovane condottiero capace di guidare i compagni.

Per Ceccaroni la fascia, al momento, “è in prestito” per così dire, visto che appartiene al compagno di reparto Modolo attualmente infortunato.

La carriera

La storia del 23enne Maggiore la conosciamo tutti: cresciuto nel Settore Giovanile aquilotto, dopo un intermezzo al Milan, diede da subito precedenza alla squadra della sua città.

Ad oggi vanta 156 presenze in Prima Squadra con 16 reti realizzate e 11 assist forniti.

Anche Ceccaroni, nativo di Lerici, cresce nel Settore Giovanile dello Spezia, ma lui ci mette un po’ di più ad affermarsi con la squadra della sua città.

Gioca tantissimo in Primavera, 83 presenze 7 gol, poi sale in Prima Squadra dove metterà a referto 37 presenze con una rete.

Dopo i passaggi a Padova e Spal si stabilisce in Laguna e diventa, a 25 anni, una delle colonne del Venezia che riconquista la A.

In arancioneroverde quella di domani al “Penzo” sarà la sua 80° partita con 4 gol e 3 assist.

In tanti quest’estate auspicavano un suo ritorno allo Spezia per aggiungere un altro “tassello autotoctono” al già citato Maggiore, ma anche a Bastoni e Vignali.

Domani si strigeranno la mano nel cerchio di centrocampo, poi come è giusto che sia sarà battaglia.

Due spezzini, due capitani…di Serie A!

Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

L'ex capitano e bomber aquilotto ha vestito anche la maglia del Modena: "Ho un legame...
La media punti casalinga è nettamente migliorata: in classifica ridotto di 3 punti il "gap"...
Domenica all'Alberto Braglia ritrova quel Modena lasciato in gennaio dopo 54 presenze con 9 gol e 8 assist...

Dal Network

Il tecnico rossoverde parla in conferenza stampa dopo il pareggio tra Fere e Aquilotti al...
Il commento in chiave rossoverde: "Dopo l'illuisione, la doccia fredda a partita finita"....
Breda dovrebbe schierare un 3-5-2, Pereiro Jolly tra attacco e trequarti...
Calcio Spezia