Resta in contatto

Approfondimenti

Ceccaroni, Okereke e Forte: tre ex pronti a far male alle Aquile (VIDEO)

La “spina dorsale” del Venezia di Zanetti è formata proprio da tre ex aquilotti. Ceccaroni e Okereke sono ancora molto legati alla “maglia bianca”.

Nel Venezia di Zanetti, che lo Spezia andrà ad incontrare domenica al “Penzo”, c’è anche una forte componente aquilotta.

Tra difesa e attacco infatti ecco Ceccaroni, Okereke e Forte tutti e tre ex Spezia e ora grandi protagonisti in laguna.

CECCARONI – Zanetti si è affidato al difensore nativo di Lerici per blindare la sua retroguardia. E lui ha risposto presente diventando un vero e proprio stakanov della difesa dei lagunari (LEGGI QUI). Sa far male sui calci piazzati svettando di testa e in Laguna ha trovato la sua definitiva maturità. In questa annata ha giocato tutte e quattro le paritite disputate dal suo Venezia (3 in campionato e una in Coppa Italia) fornendo anche un assist per un gol dei compagni. Ceccaroni cresce nel Settore Giovanile dello Spezia per poi disputare 37 partite in Prima Squadra con un gol all’attivo. In mezzo i prestiti al Padova e alla Spal fino alla definitiva cessione al Venezia dove si afferma come uno dei migliori difensori della Serie B conquistando la promozione in Serie A. 79 presenze, 4 gol e 3 assist finora con gli arancioneroverdi. Domenica al “Penzo” sarà ostacolo da superare in difesa, un pericolo di cui tenere conto sugli sganciamenti offensivi.

OKEREKE – Grande acquisto estivo del diesse Colautto ha mostrato quello che sa fare con il grandissimo gol vittoria in casa dell’Empoli la scorsa giornata. Una galoppata palla al piede da centrocampo in cui ha disseminato avversari in serie fino ad infilzare Vicario per il gol da tre punti. Fu proprio lo Spezia a scoprire Okereke in Nigeria, all’Accademia di Abuja e a parcheggiarlo inizialmente in prestito in Serie D alla Lavagnese. Dopo un periodo di adattamento in maglia bianca ecco le prime presenze e poi il prestito in Serie C al Cosenza dove conquista ai Play-Off la promozione in cadetteria siglando tre reti proprio negli spareggi promozione e trascinando i “Lupi” in Serie B. Torna allo Spezia ed “esplode” definitivamente con una stagione da 10 gol e 12 assist. Al termine dell’annata viene ceduto al Brugge nel massimo campionato belga. La prima stagione è subito importante e il ragazzo debutta anche in Champions League, poi nel prosieguo delle annate esce via via dai ragar dell’allenatore. Chiude la sua esperienza con 71 presenze, 15 gol e 3 assist. Ora è in prestito al Venezia, non ha dimenticato il “suoSpezia, ma domenica sarà un avversario davvero ostico da affrontare per la difesa di mister Thiago Motta.

 

 

FORTE – Il centravanti resta una sola stagione in riva al Golfo realizzando 6 reti in 33 partite con la maglia bianca dello Spezia. E’ comunque una stagione importante per lui che lo lancerà ad alti livelli in cadetteria. Infatti, dopo una parentesi in Belgio con il Beveren condita da 8 gol, torna in Italia alla Juve Stabia e nonostante la retrocessione in C mette a segno 17 gol in 32 partite meritandosi la chiamata del Venezia. In Laguna trova l’ambiente ideale, diviene riferimento dell’attacco arancioneroverde e sigla 15 gol dando un contributo fondamentale alla promozione. Ora si contende il posto con il collega Henry, ma Zanetti può contare su di lui per l’attacco del Venezia.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti