Resta in contatto

Le pagelle di Calciospezia

LE PAGELLE DI CS: MAGGIORE, CAPITANO E SIMBOLO DAI GOL PESANTI

Pobega un “panzer” da sei centri in stagione. Che scoperte Estévez e Leo Sena. Ricci parte forte, ma arriva con il fiato corto. Nessuna insufficienza nella mediana di Italiano

ACAMPORA 6

Alla fine anche lui ha dimostrato che in Serie A può starci. Spezzino acquisito perché prodotto del Settore Giovanile delle Aquile ha mostrato grinta e temperamento ogni qualvolta Italiano lo abbia chiamato in causa a dispetto del ruolo (a San Siro con l’Inter ha fatto anche l’esterno d’attacco, Ndr). In campionato 14 presenze con l’aggiunta di tre partite con 1 gol e 1 assist in Coppa Italia contribuendo all’ottimo percorso nella competizione. E’ in scadenza di contratto, ma per ora non si parla di rinnovo…

AGOUME’ 6

Tornerà all’Inter per fine prestito e sembra abbia già richieste Venezia in testa. Dopo un avvio difficile è cresciuto mettendosi in mostra. Ha qualità fisiche importanti, ma è ancora un po’ acerbo per fare il titolare. L’esperienza alla corte di Italiano gli è sicuramente servita per crescere. Siamo sicuri che il prossimo campionato farà anche meglio.

ESTEVEZ 7,5

Quando è entrato nel giro dei titolari è stato praticamente impossibile per Italiano toglierlo. Forza fisica, pressing, polmoni al servizio della squadra e un lavoro incredibile di collante tra difesa e attacco. L’argentino è stata una delle più belle scoperte del campionato di Serie A mostrando anche ottime doti tecniche e un gran tiro dalla distanza. Tre assist, ma neanche un gol che il giocatore avrebbe meritato. Un peccato il suo mancato riscatto: a quella cifra è un affare…

MAGGIORE 8,5

Giocatore maturo e completo a dispetto dei suoi 23 anni. Oltre 150 presenze da professionista con lo Spezia e una crescita costante e continua. Sicuramente il migliore del centrocampo aquilotto quest’anno. Non ha sofferto il salto di categoria né i gradi di Capitano pur quella fascia per lui pesi oltremodo essendo spezzino di nascita. Mezzala moderna che ama inserirsi mettendo in mostra anche le sue ottime qualità tecniche. Duttile: a Torino ha fatto ottimamente il terzino. Tra campionato e Coppa Italia cinque reti, ma quelle in Serie A con Milan, Cagliari e Crotone sono state pesantissime! Uomo mercato, per favore teniamocelo stretto!

POBEGA 8

E’ partito fortissimo pur essendo un debuttante assoluto in categoria, poi un periodo di assestamento complice qualche problema fisico e il Coronavirus e un finale ancora in crescendo. Ben sei reti messe a segno e tre assist in 20 partite in cui ha messo in mostra forza fisica, abilità negli inserimenti e la capacità di trasformare l’azione da difensiva in offensiva. Tornerà probabilmente al Milan, ma è un giocatore che farebbe la differenza per un altro anno in riva al Golfo.

RICCI 7

Il play è partito fortissimo mettendo in mostra una regia sopraffina come aveva abituato anche nelle precedenti stagioni in Serie B. Lanci telecomandati a cambiare gioco e il controllo dei “giri del motore” delle Aquile in pugno. Un rendimento talmente alto da convincere Mancini a convocarlo in Nazionale. Nella seconda metà di stagione è però calato forse anche distratto dalle voci di mercato per via di un contratto in scadenza. 29 partite e 2 assist a suo attivo.

LEO SENA 7

Talento sopraffino, ottima visione di gioco e gran controllo di palla. Un gran colpo di Meluso che l’ha scovato quando era semi sconosciuto. Il centrocampo della prossima annata poggerà su di lui anche perché quando gli è stato concesso spazio ha dimostrato di poter comandare il gioco e saper cambiare l’esito delle partite. Riscattato a una cifra più bassa di quella inizialmente concordata con l’Atletico Mineiro: vero e proprio colpo di prospettiva.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a LA SPEZIA su Sì!Happy

Altro da Le pagelle di Calciospezia