Resta in contatto

Calciomercato

ESCLUSIVA CalcioSpezia, Zizzari: “Saponara? Mi ha detto che è ai dettagli. Con Italiano può giocare…”

L’ex centravanti delle Aquile giocò con un giovanissimo Saponara a Ravenna in Serie C1. “Ha qualità importantissime, è un gran colpo per lo Spezia. Mi ricorda il Papu Gomez”

Credo che la trattativa sia a buon punto, l’ho sentito e mi ha detto che sono ai dettagli.” – esordisce così l’ex attaccante dello Spezia Francesco Zizzari contattato da CalcioSpezia visto il sempre più probabile arrivo di Riccardo Saponara in maglia aquilotta – “Ho ancora la maglia che mi regalò quando firmò con il Milan. A quel tempo giocava ed Empoli allenato da Sarri e fu richiesto anche dal Bayern Monaco di Ancelotti.

I due sono grandi amici dalla stagione 2008/2009 in Serie C1 al Ravenna di Atzori (allenatore ex Spezia, Ndr). Zizzari bomber affermato che realizzò 18 reti e vinse il titolo di capocannoniere, Saponara giovane di belle speranze aggregato sempre più spesso alla Prima Squadra.

Tu che lo conosci bene cosa può portare Saponara in più allo Spezia?

Ha qualita da giocatore importantissimo. Io lo conosco sia come ragazzo che come giocatore: è un professionista serio. Con lui aumenterà la qualità della squadra di Italiano negli ultimi 20/30 metri. Lo Spezia ha un grandissimo gioco datogli da mister Italiano con i giocatori che lo seguono alla grande, però le Aquile in rosa ad oggi non hanno un elemento con le qualità di Riccardo. Ti può “strappare” la partita da solo in qualsiasi momento.

Come può inserirsi nello schema tattico di mister Italiano?

Nel reparto offensivo, a parte il centravanti, può fare tutti i ruoli. Seconda punta o esterno d’attacco, volendo può disimpegnarsi anche da mezzala. Lo Spezia non lo ha di certo preso per fare il trequartista. Per me assomiglia al “Papu” Gomez svaria, un giocatore che in campo ritrovi in tantissime posizioni diverse e ti aumenta la qualità ovunque giochi. Mi ripeto, lo Spezia non aveva in rosa un giocatore con queste caratteristiche.

Insieme avete vissuto la stagione al Ravenna in C1. Quello era un Saponara ancora molto acerbo. Cosa ti ricordi di lui?

Era giovane, era ancora un ragazzo e si legò molto a me. Veniva ad allenarsi con noi dalla Primavera, poi Atzori lo buttò in campo in alcune partite: si intravedevano qualità importanti. Riccardo aveva voglia di ascoltare i giocatori più rappresentativi chiedendo spesso consigli. I giovani dovrebbero imparare a farlo nuovamente, serve a crescere.

Oltre a Saponara si parla di un terzino destro, di una mezzala e di un attaccante. Cosa pensi serva per completare il mercato delle Aquile? 

Non conosco i giocatori trattati a parte Riccardo e quindi non mi permetto di esprimermi se siano giocatori adatti o meno allo Spezia. Posso dire che lo Spezia ha un’identità ben definita: ogni giocatore interpreta a meraviglia un ruolo e il giocatore che lo sostituisce lo fa con facilità grazie al lavoro di Italiano. Sicuramente Meluso sa con chi completare la rosa ad hoc per mister Italiano. La conferma arriva dal mercato estivo: alcuni giocatori non li conoscevo, ma hanno funzionato alla grande. Mi sarei aspettato anche che arrivasse Marco Mancosu del Lecce, mi sarebbe piaciuto. E’ un giocatore che si adatta, però credo che con l’arrivo di Riccardo non potrà arrivare. Concludo dicendo che Saponara, se avrà continuità, è un grandissimo acquisto per lo Spezia.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a LA SPEZIA su Sì!Happy

Altro da Calciomercato