Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Le pagelle di Calcio Spezia

Spezia-Juventus 0-2, le pagelle di CS: Reca spina nel fianco per la Juventus

Nikolaou un gigante in area di rigore. Shomurodov gioca su tutto il fronte offensivo senza dare riferimenti. Ampadu impacciato sul gol di Kean, Marchetti va giù in ritardo su Di Maria. Nzola deve ritrovare condizione

DRAGOWSKI 6: Si infortuna in pratica senza dover fare una parata. (24° MARCHETTI 5,5: Superato da Kean dopo il buco di Ampadu in mezzo all’area di rigore, ma la conclusione era imparabile. Sul raddoppio di Di Maria va giù un po’ lento, ma il tiro del “Fideo” era molto angolato. Per il resto non deve compiere un intervento.)

AMIAN 6: Torna al vecchio e amato ruolo di terzino destro. Corre tantissimo, spinge di più e mette in mezzo tanti palloni interessanti soprattutto nel secondo tempo. Nel primo tempo non riesce a chiudere su Kostic il traversone del serbo da cui nasce il gol del vantaggio di Kean.

AMPADU 5,5: Torna al centro della difesa. Buca il pallone di Kostic che Kean trasforma nel vantaggio bianconero. Per il resto non fatica troppo con gli attaccanti della Juventus. Nel finale, per l’assalto finale, riproposto in mezzo al campo.

NIKOLAOU 6,5: Granitico in area di rigore, forte di testa non lascia palloni giocabili a Vlahovic. Prova a scalare su Kean dopo l’errore di Ampadu, ma non ce la fa: avrebbe fatto un capolavoro. Nella ripresa prova sulla sua strada un miracolo Perin che nel finale di secondo tempo gli devia con un balzo felino un gran colpo di testa indirizzato sul secondo palo. Il centrale ellenico è una sicurezza.

RECA 6,5: Spinge come un forsennato mettendo traversoni a centro area dal 1° al 95°. E’ la spina nel fianco della Juventus e infatti all’intervallo Allegri sostituisce Cuadrado per De Sciglio per dare maggiore copertura dalla parte dell’esterno mancino polacco.

BOURABIA 6: Corre tantissimo in mezzo al campo proponendo gioco, ma soprattutto rompendo quello della squadra avversaria. Lo trovi un po’ ovunque e sembra che abbia mille polmoni. Partita efficace e generosissima.

EKDAL 6: Come sopra per Bourabia anche lui è in mezzo al campo per dare equilibrio a una squadra votata all’attacco con il nuovo modulo. Riesce bene nella fase di interdizione lo svedese, un po’ meno in quella di costruzione del gioco. (79° CALDARA SV: Si vede nel finale quasi da attaccante con due colpi di testa chiamando prima Perin alla parata e poi mandando alto sulla traversa.)

VERDE 6: Molto più a suo agio nel 4-2-3-1 da esterno destro d’attacco. Giocate interessanti e di classe, assist per i compagni e due o tre conclusioni velenose delle sue. Aiuta Amian in fase di non possesso. (79° MALDINI SV: Pochi minuti nel finale in cui non riesce a incidere.)

AGUDELO 6: Fa benissimo le due fasi dando una mano in difesa e poi attaccando lo spazio trovando assist per i compagni e anche una conclusione. (59° NZOLA 5,5: Non è evidentemente al meglio della condizione, non riesce a incidere sulla gara. Minuti preziosi per ritrovare il ritmo partita.)

GYASI 6: La solita generosissima prova del capitano dello Spezia che prima a sinistra e poi a destra corre tantissimo. Aiuta in fase di non possesso ed è subito pronto a buttarsi dentro attaccando la profondità in fase offensiva. Nel primo tempo non trova per un soffio il gol sul traversone di Verde. Nella ripresa trova invece sulla sua strada un miracoloso Perin a negargli il gol che avrebbe riaperto la partita.

SHOMURODOV 6,5: Unica punta, si vede nel primo tempo con due bei colpi di testa uno parato da Perin e uno alto. Cerca di dare profondità alla manovra dello Spezia. Nella ripresa un suo tiro a botta sicura è salvato con il corpo da Danilo. Sta prendendo minuti e condizione e la qualità delle sue prestazioni ne sta beneficiando. Svaria su tutto il fronte offensivo senza dare riferimenti al terzetto di difesa della Juventus.

 

ALL. LORIERI/SPALLA 6: Cambiano lo Spezia schierandolo con un 4-2-3-1 molto offensivo e i risultati si vedono aldilà del risultato. Squadra viva, pressing costante, tante conclusioni provate. La strada può essere quella giusta, ma ci vorrà la riprova in partite decisive come le prossime due contro Udinese ed Hellas Verona. Sono solo dati, ma se il possesso palla è maggiore di quello dei bianconeri (59% contro 41%), come sono più del doppio i tiri effettuati dalle Aquile di cui 8 nello specchio della porta di un grandissimo Perin contro i 3 della squadra di Allegri questo qualcosa vorrà pur dire.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Le pagelle di Calcio Spezia