Resta in contatto

News

ESCLUSIVA CS – Andrea Mandorlini: “Contro l’Udinese gara complicata ma lo Spezia si salverà”

L’ex tecnico delle aquile ha risposto alle domande di Calciospezia.it. E’ il grande doppio ex di Udinese-Spezia, sfida determinante per i ragazzi di Thiago Motta.

A poche ore dalla delicata sfida Udinese-Spezia, che si spera possa essere decisiva per le aquile in termini di salvezza, mister Andrea Mandorlini ha risposto in esclusiva alle domande di Calciospezia.it.

Il trainer ravennate è uno dei doppi ex della gara che andrà in scena alla “Dacia Arena”. Mandorlini ha militato nel club friulano come giocatore dal 1991 al 1993. Nel Golfo dei Poeti lo si ricorda, invece, come allenatore. Ricoprì questa carica dal 1999 al 2002 e condusse lo Spezia dalla C2 alla C1.

Di seguito l’intervista completa ad Andrea Mandorlini:

Mister, domani si affronteranno Udinese e Spezia. I primi già tranquilli, i secondi alla ricerca degli ultimi punti salvezza. Come giudica la stagione di queste due squadre?

“La Serie A è un campionato difficile. Io credo che lo Spezia debba essere contento di quanto fatto anche perché, salvo disastri, la salvezza arriverà. Ed è una salvezza meritata. Inoltre c’è da dire che lo Spezia ha lanciato anche molti giovani. Per quanto riguarda l’Udinese, invece, sicuramente aveva il potenziale per fare un altro tipo di campionato ma ha comunque centrato una salvezza tranquilla. Una società così, però, meriterebbe di ambire a qualcosa di più”.

Nello scorso turno lo Spezia è incappato in una sconfitta contro un’Atalanta che ha perso lo smalto degli anni precedenti. Che partita ha visto?

“L’Atalanta dopo anni di vertice ha avuto qualche difficoltà di troppo. Sicuramente alcuni infortuni importanti hanno inciso. C’è da dire che, nonostante tutto, è ancora lì a lottare per un posto in Europa. Sono sicuro che si riaprirà un ciclo. Per quanto riguarda la gara con lo Spezia penso che abbia vinto pur non giocando una gran partita, la differenza l’hanno fatta le individualità che in questo campionato sono un fattore importante”.

Domani, come detto, Spezia impegnato alla “Dacia Arena” per cercare di chiudere la pratica salvezza. Che gara si aspetta?

“L’Udinese è una squadra molto solida e fisica, se in giornata può mettere in difficoltà chiunque. Qualche settimana fa, ad esempio, ha creato problemi all’Inter. Poi giocherà l’ultima gara davanti al suo pubblico per questa stagione quindi ci terrà a fare bene. Sarà sicuramente più importante per lo Spezia che proverà a prendere punti per salvarsi. La gara sarà complicata anche perché nelle ultime giornate le orecchie vanno anche sugli altri campi ma credo che anche in caso di risultato negativo le aquile si salveranno lo stesso”.

Molte squadre in pochi punti a 180′ dalla fine del campionato. Chi la spunterà nella lotta salvezza?

“Spero che lo Spezia riesca ad ottenere la salvezza ma, come detto, dovrebbe succedere qualcosa di clamoroso perché ciò non avvenga. Il Venezia è chiaramente in una posizione molto complicata ed anche il Genoa nonostante il successo con la Juventus dovrebbe fare un’impresa. Il Cagliari ha le potenzialità per salvarsi ma domenica avrà l’Inter e non sarà semplice. Vedo meglio, invece, la Salernitana che godrà di un calendario migliore, ed anche questo è un fattore chiave”.

Udinese e Spezia hanno elementi su cui circolano già rumors di mercato. A lei chi è piaciuto?

“Dell’Udinese sicuramente Beto. E’ un giocatore che non conoscevo ma ha un livello tale da poter giocare in un top club. Ha fatto bene anche Deulofeu e mi è piaciuto molto Samardzic. Dello Spezia, invece, ho apprezzato il collettivo. Se devo entrare nello specifico, non conoscevo Manaj che si è dimostrato un giocatore che lotta, solido e affidabile anche se non ha molti gol nei piedi. Hanno fatto bene anche Bastoni e Agudelo, quest’ultimo è un talento importante”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News