Calcio Spezia
Sito appartenente al Network

Attaccante francese e con il N°14: ecco chi è l’Henry della Laguna

Scoperto dal diesse Collauto dopo caterve di gol in Francia ecco chi è l’attaccante da cui domani lo Spezia si deve guardare con attenzione

Domani lo Spezia che scenderà in campo al “Penzo” per incrociare i tacchetti contro il Venezia dovrà fare, anche, i conti con un attaccante francese che di cognome fa Henry e che come numero di maglia ha scelto il 14.

No, non stiamo ovviamente parlando del leggendario “Titì” ex bomber dell’Arsenal ormai ritiratosi da tempo.

L’Henry di cui stiamo parlando noi è un attaccante, per forza di cose, molto diverso dal fuoriclasse che fece la storia dei “Gunner’S” di Arsene Wenger.

Classe ’94, 192 cm. di altezza per 84 Kg. di peso forma, il nuovo corazziere dell’attacco arancioneroverde è stato pescato dal direttore sportivo Colautto nel campionato belga nella formazione dell’Oud-Heverlee Leuven.

Ad impressionare il diesse lagunare i numeri incredibili dell’attaccante di Argenteuil.

24 gol e 6 assist in 35 presenze nell’ultima Jupiler League, il massimo campionato belga.

E a dire il vero Henry non è partito male neanche in Serie A: due presenze 1 gol e 1 assist con la sua rete decisiva per la vittoria della scorsa giornata a Empoli.

Caratteristiche tecniche

Forte di un fisico mastodontico Henry è ovviamente abile a difendere la palla ed è pericoloso nel gioco aereo.

La sua potenza fisica però non gli impedisce di dare qualità alle proprie giocate.

Spesso viene incontro a cucire il gioco, compare sulla trequarti, gioca sponde di prima raffinate, oltre a effettuare colpi di suola e di tacco.

La carriera

Cresciuto nel Beauvis esordisce in Prima Squadra nel 2013 segnando 4 reti in 26 partite.

Inizia poi un lungo peregrinare prima al Frejus (2 reti in una stagione), poi al Nantes dove non si afferma scendendo in campo solo due volte.

Riparte dalla Serie C francese con lo Chambly con cui realizza 9 reti che gli permettono il passaggio al Tubize ed ecco che il primo assaggio del calcio belga sveglia la vena realizzativa di Henry.

Al Tubize disputa 16 partite siglando 11 reti e servendo un assist: numeri che lo portano all’Oud-Heverlee Leuven.

45 gol e 12 assist in 79 partite, con l’exploit delle 24 segnature dell’ultima stagione, gli valgono un biglietto di sola andata per la Serie A nel neo promosso Venezia.

Un pericolo in più per la difesa aquilotta che si aggiunge al tanto amato ex David Okereke.

Due attaccanti che a Empoli hanno dimostrato di integrarsi al meglio e che domani il rientrante Erlic & compagni dovranno fermare.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Supporters aquilotti, chi mandereste in campo domani se foste al posto di D'Angelo?...
Ecco quelle che, secondo la nostra redazione, potrebbero essere le scelte di Luca D'Angelo per...

Dal Network

Il tecnico rossoverde parla in conferenza stampa dopo il pareggio tra Fere e Aquilotti al...
Il commento in chiave rossoverde: "Dopo l'illuisione, la doccia fredda a partita finita"....
Breda dovrebbe schierare un 3-5-2, Pereiro Jolly tra attacco e trequarti...
Calcio Spezia