Resta in contatto

Calciomercato

Un nome nuovo per l’attacco: Spezia sempre più americano?

Secondo la Bild c’è il sodalizio di via Melara dietro la richiesta di informazioni partita da una squadra italiana verso il giovane Matthew Hoppe dello Schalke04

Potrebbe essere ancora più americano lo Spezia del futuro, quello che si prepara a vivere la sua seconda stagione consecutiva in Serie A.

Nelle mire di mercato di Ramsey sarebbe entrato il 20enne americano Matthew Hoppe, attaccante dello Schalke04.

A rilanciare la notizia è stata la rispettabilissima “Bild” sempre ben informata sui movimenti calcistici in Germania.

Identikit

Hoppe è la classica punta centrale molto ben strutturata fisicamente dall’alto dei suoi 191 centimetri di altezza.

Il 20enne californiano sa però anche giocare con i compagni e far giocare la squadra

A dispetto della stazza è infatti molto agile è bravo a creare spazi per i compagni. Buon colpitore di testa, sa rendersi pericoloso anche nelle conclusioni da fuori area.

Insomma proprio le caretteristiche che mister Italiano ricerca nelle “sue” prime punte per adattarsi al meglio ai suoi schemi.

Il classe 2001 di Yorba Linda è cresciuto tra i settori giovanili del LA Galaxy e del Cal Utd Strikers, nel 2017 entra a far parte dell’accademia calcistica statunitense del Barcellona, allenandosi per un periodo anche alla “Masia” in Spagna.

Nel 2019 viene acquistato dallo Schalke04 che lo aggrega inizialmente alla propria formazione U-19. L’anno successivo viene promosso nelle riserve con cui debutta il 6 ottobre contro il RW Oberhausen.

Esordio in Bundesliga

Nel novembre 2020, viste le buone prestazioni, viene aggregato al gruppo della prima squadra.

Il 28 novembre fa il suo esordio fra i professionisti giocando da titolare nella sconfitta per 4-1 contro il Borussia Moenchglabdach.

Il 9 gennaio 2021 segna una tripletta nella gara interna vinta dal suo Schalke04 contro l’Hoffenhaim per 4-0, diventando il primo calciatore statunitense della storia a segnare una tripletta in Bundesliga.

Una tripletta di classe: prima lo scavetto mancino, poi un dribbling come andava di moda fare una ventina d’anni fa, per depositare in rete a porta vuota, infine ancora un tocco sotto, ma con il destro.

Il tutto ad appena 19 anni con un Oliver Baumann, portiere del Moenchglabdach, ad assistere incredulo.

Si ripete poi contro andando a segno contro Eintracht Francoforte e Colonia.

Conclude il campionato con 22 presenze con 6 reti e 1 assist a cui aggiunge altre due presenze in Coppa di Germania.

In totale con il sodalizio della Renania Settentrionale ha totalizzato anche 14 presenze, 1 rete e 1 assist con la formazione B e 20 presenze 5 reti e 1 assist con la formazione Under19.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a LA SPEZIA su Sì!Happy

Altro da Calciomercato