Calcio Spezia
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Calciomercato e riscatti, chi oltre a Verde per lo Spezia?

Ballano sul piatto i riscatti di Estévez, Leo Sena e Saponara, ma anche quelli di Diego Farias e Agudelo. Casi a parte quello di Pobega e Chabot

Molto del prossimo calciomercato dello Spezia dipenderà anche dai riscatti dei giocatori giunti in prestito in questa stagione.

Con la salvezza conquistata è scattato l’obbligo di riscatto per Daniele Verde: un vero e proprio affare quello messo in piedi dal D.g. Meluso per un giocatore che tra campionato e Coppa Italia ha messo insieme 23 presenze, 7 gol e 3 assist offrendo ottime prestazioni.

Il riscatto dell’ex AEK Atene sarà pari ad appena € 600.000

Quelli su cui puntare

Non scatta l’obbligo invece per Nahuel Estévez visto che non raggiungerà le 25 presenze da titolare in stagione. Ora è a quota 26 di cui 12 dal 1° minuto di gioco.

Per la mezzala argentina vi è comunque la volontà della società di riscattarlo dall’Estudiantes dopo l’ottima stagione in maglia bianca.

L’ammontare del riscatto è di 2 milioni e mezzo di euro.

Stessa cosa che dovrebbe succedere con Leo Sena, un altro giocatore arrivato come oggetto misterioso, ma che ha impressionato tutti per la qualità e la personalità dimostrata in campo.

Il diritto di riscatto per il verdeoro è pari a 2 milioni e 200mila euro da corrispondere all’Atletico Mineiro.

Dopo una stagione di apprendistato, 19 presenze e 1 assist, il verdeoro potrebbe ereditare quindi i gradi di “play” visto il mancato rinnovo di contratto di Matteo Ricci.

Quest’ultimo si dovrebbe infatti liberare a parametro zero per accasarsi altro, la più indiziata tra le squadre rimane la Lazio.

Giunto a gennaio come unico acquisto invernale Riccardo Saponara ha fatto intravedere sprazzi di classe purissima ed è stato decisivo nel finale di stagione per conquistare la salvezza: 10 presenze e 4 gol sono poi un bel biglietto da visita.

Anche  lui è in prestito con diritto di riscatto dalla Fiorentina per una cifra pari ai due milioni di euro.

Se il ragazzo trovasse un po’ di continuità visti i suoi problemi fisici sarebbe un altro ottimo investimento per quanto fatto vedere in stagione.

Le incertezze

Tra i tanti giocatori in prestito in questa stagione hanno sicuramente aiutato la squadra a salvarsi elementi come Diego Farias e Kevin Agudelo.

La loro annata è stata un po’ come le loro prestazioni in campo: picchi altissimi e tanti, forse troppi, passaggi a vuoto.

Se lo Spezia decidesse di puntare ancora su Diego Farias dovrebbe sborsare 2,5 milioni di euro al Cagliari tenendo conto che il suo è uno dei contratti più onerosi dell’intera rosa alla voce ingaggio.

Tra Coppa Italia e campionato Farias ha totalizzato 32 presenze con la maglia bianca siglando 5 reti e fornendo 4 asssit, uno score che non potrà implementare con la Roma essendo squalificato.

Per il giovane colombiano la clausola di riscatto è quella più alta dei giocatori giunti in prestito in riva al Golfo: si parla di ben sei milioni di euro per il classe ’98.

Agudelo ha mostrato alcuni colpi interessanntissimi, ma anche tante giocate fini a sé stesse in stagione. Sicuramente in via Melara rifletteranno a lungo sulla possibilità di investire su di lui acquisendolo a titolo definitivo dal Genoa.

Il 22enne colombiano finora in stagione ha disputato, tra campionato e Coppa Italia, 32 partite con 1 gol e 2 assist a suo attivo.

I controriscatti

Lo Spezia detiene anche il diritto di riscatto di giocatori come Pobega e Chabot.

Soprattutto il primo ha fatto benissimo venendo valorizzato da mister Italiano: 19 presenze, 5 gol e 2 assist sono il suo score prima della gara con la Roma. Il Milan proprietario del cartellino difficilmente se lo farà scappare.

Per il difensore teutonico invece dipenderà anche dalla Sampdoria che potrebbe volerci puntare dopo l’annata in prestito al “Picco” chiusa con 27 partite, 1 gol e 1 assist.

Chi non resterà

Federico Mattiello non sarà ovviamente riscattato dall’Atalanta avendo finora disputato appena una partita: troppi i problemi per infortunio.

Chi ha fatto benissimo per la giovane età è Roberto Piccoli, il classe 2001 ha realizzato 6 reti nelle poche apparizioni che gli sono stace concesse. Su di lui punta l’Atalanta propritaria del cartellino e sembra che vi sia anche l’interessamento di altre squadre.

Riuscire a riaverlo per farne, magari il titolare, appare al momento un bel sogno.

Non resterà neanche Lucien Agoumé che rientrerà all’Inter per fine prestito dopo una stagione in cui qualcosa di buono ha lasciato comunque intravedere.

Sono in prestito anche Dell’Orco e Marchizza: il secondo è stato un titolare dell’annata alternandosi con Bastoni, per il primo spiccioli di gare. Il D.g. Meluso dovrà valutare il da farsi per entrambi.

Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

L'attaccante, di proprietà dello Spezia, è approdato al club spagnolo lo scorso Gennaio con la...
Il classico confronto tra le pagelle assegnate dalla stampa sportiva ai giocatori e all'allenatore dello...
Nel complesso quindi l'arbitro della sfida del "Tardini" vede bene o in autonomia o aiutato...

Dal Network

L'allenatore del Parma in conferenza stampa: "Vittoria fondamentale contro una squadra di valori"...

Altre notizie

Calcio Spezia