Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Ex aquilotti

Da Okaka a Scuffet fino a Totò Di Natale, gli ex di Spezia-Udinese

La punta non lasciò un gran ricordo, ma poi spiccò il volo per il massimo campionato. Il portiere rimarrà per sempre il N°1 della promozione. Di Natale ha mosso a Spezia i primi passi da allenatore

Stefano Okaka Chuka, colosso d’attacco di origini nigeriane, ma italianissimo cresciuto nel vivaio della Roma con cui ha esordito in Serie A segnando anche il suo primo gol tra i professionisti è uno degli ex di turno della sfida di domani del “Picco”.

Quel “Picco” che lo vide protagonista nella stagione 2012 – 2013 in Serie B realizzando 7 gol e 6 assist in 38 presenze.

Era uno Spezia diverso, uno Spezia che puntava a grandi traguardi, ma che in quella stagione cambio tre allenatori e terminò il campionato di Serie B in 13° posizione.

Con Okaka in attacco vi erano Sansovini, Antennucci e l’austriaco Pichlmann.

Okaka non lasciò un gran ricordo, ma la stagione in maglia bianca gli consentì poi di affermarsi a più alti livelli con Sampdoria, Anderlecht, Watford e ora l’Udinese.

Probabilmente domani non sarà però a disposizione di mister Gotti per via di un infortunio che si trascina da fine dicembre.

L’allenatore dovrà quindi scegliere tra Nestorovski e Llorente, guardacaso due nomi accostati al mercato dello Spezia in estate.

L’altro ex molto più recente nella rosa dell’Udinese è invece Simone Scuffet il portiere della promozione in Serie A.

36 presenze la scorsa annata con 32 gol subiti, ma soprattutto tantissime parate decisive.

Quest’estate, un po’ a sorpresa, il mancato riscatto dal club di via Melara.

Lo stesso portiere ha recentemente dichiarato rispondendo in merito alla sua mancata permanenza alla Spezia:

È stata una situazione inaspettata poiché a fine campionato, dopo la promozione, sono cambiate tante cose in primis il direttore sportivo e il preparatore dei portieri che mi avevano voluto più di tutti. C’è stata un po’ di confusione dettata anche dalla pandemia e non si è concretizzata la permanenza. Lo Spezia ha preso questa decisione e, poi, l’Udinese ha scelto di farmi rimanere qui e di non mandarmi a giocare in Serie B. Dopo la promozione dello scorso anno credo di essermi meritato sul campo la possibilità di giocarmi la Serie A“.

A Udine ora è il secondo dell’argentino Musso e quindi probabilmente domani siederà in panchina.

Tra gli altri ex vogliamo poi ricordare Antonio Di Natale, campione amatissimo in Friuli, probabilmente il più grande giocatore della storia dell’Udinese con 227 gol all’attivo che a Spezia arrivò come consulente del club e collaboratore di mister Pasquale Marino.

La stagione successiva diventa allenatore della formazione Under17 delle Aquile vincendo anche il “Premio Scopigno” quale miglior allenatore di Settore Giovanile.

Non confermato allo Spezia ha iniziato a settembre il corso UEFA A di Coverciano per poter allenare le prime squadre fino alla Serie C ed essere allenatori in seconda in Serie A e B

 

Photo Credits: www.acspezia.com

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Ex aquilotti