Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Udinese – Spezia, 62° minuto: la “sliding doors” di Rafael De Andrade Bittencourt

Il portiere carioca dal possibile ritiro a una nuova vita calcistica in riva al Golfo. E’ già entrato nel cuore dei tifosi con parole e atteggiamento da leader, oltre che alle grandi parate.

Dacia ArenA“, mercoledì scorso, 62° minuto: Zoet sente tirare, probabilmente si stira, fa subito segno del cambio alla panchina.

Rafael si alza frettolosamente, si riscalda come può e viene gettato nella mischia.

Neanche il tempo di rendersi conto di essere in campo e salva il vantaggio dello Spezia con una miracolosa parata a tu per tu con Lasagna.

Si ripeterà con un grande intervento a mano aperta su Owuejan e lanciando l’assist per il raddoppio di Galabinov.

E tutto lì, in quel 62° minuto la “sliding doors” dell’estremo difensore verdeoro. Classe ’82, 38enne di San Paolo, dopo l’ultima esperienza a Cagliari pensava seriamente al ritiro.

Poi ecco la chiamata dello Spezia che cerca un portiere esperto del campionato italiano per fare da secondo a Zoet, olandese alla prima esperienza in Serie A.

Rafael ci ripensa, accetta e trova la rivincita più inaspettata, ma forse più meritata e ora difenderà i pali dello Spezia contro il Milan.

Un ragazzo semplice e un uomo spogliatoio come ha dimostrato nelle interviste post-partita il brasiliano che alla domanda sul possibile ritiro non ha avuto la forza di rispondere commuovendosi.

Un semplice cenno della testa a dire che il ritiro era una possibilità concreta, ma in precedenza parole da vero leader nonostante sia appena arrivato.

Il carioca ha sottolineato l’importanza del gruppo dello scorso annom gruppo che vuole fortemente la salvezza e che sarà aiutato dai nuovi arrivi che con grinta potranno togliersi soddisfazioni.

Tra i nuovi anche Diego Farias, altro brasiliano, già con Rafael a Cagliari e Verona.

Proprio nella città scaligera Rafael lanciò Farias con un assist molto simile a quello fatto a Galabinov per il gol con la Ternana.

Quindi non un gesto casuale il suo, bensì un vero e proprio marchio di fabbrica.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti