Calcio Spezia
Sito appartenente al Network

D’Angelo: “Alla mia squadra chiedo ardore e coraggio”

Il tecnico aquilotto è sicuro: "Abbiamo le qualità per far male al Parma".

Luca D’Angelo, tecnico dello Spezia, è intervenuto in conferenza stampa per fare il punto sulla propria squadra alla vigilia del match che vedrà i liguri impegnati con il Parma. Ecco le parole del trainer aquilotto:

LA SETTIMANA – “Questa settimana abbiamo recuperato a pieno regime Bandinelli, ma perdiamo Cassata a causa della squalifica; tutti gli altri saranno a disposizione, ad eccezione dei tre lungodegenti, compreso Antonucci che tornerà oggi ad allenarsi pienamente con la squadra. La partita con la Primavera di due giorni fa è stata molto utile, abbiamo avuto modo di provare diverse situazioni, ma in generale i ragazzi hanno grande dedizione al lavoro e si impegnano sempre al massimo, ora sarà necessario rimettere tutto ciò in campo in occasione della partita”.

MOTIVAZIONI – “Le motivazioni non mancano, qualche giocatore sicuramente si porta ancora dietro il peso dei risultati della passata stagione e di questo inizio complicato, ma tocca a noi capire quali sono i calciatori che potranno lasciare le scorie negli spogliatoi e dare fin da subito il proprio contributo per uscire da una situazione complicata; l’aspetto psicologico è fondamentale, spetta a noi capire chi vorrà togliersi la giacca e la cravatta, indossando indumenti più consoni a quanto vogliamo fare”.

LE SCELTE – “A sinistra le scelte sono o Elia o Moutinho, che hanno caratteristiche diverse tra loro, ma che interpretano il ruolo in maniera offensiva. Domani valuteremo in generale le scelte migliori per affrontare una squadra che ha tante frecce al suo arco, che può cambiare volto e cercheremo di affrontarla con coraggio, sfruttando l’aiuto che sicuramente i nostri tifosi ci daranno per tutta la partita, così come hanno fatto anche a Genova nonostante la delusione. La voglia di essere migliore dell’avversario è fondamentale nello sport, è quella deve essere alla base di tutto quello che facciamo, a prescindere dall’avversario di turno”.

OBIETTIVI – “Dobbiamo riuscire a portare a regime la maggior parte dei calciatori, perché con i cinque cambi dobbiamo arrivare a mantenere lo stesso livello anche come ritmo e intensità, mentre per quanto riguarda la fase offensiva, dobbiamo cercare di portare più gente possibile in zona gol, cercando di essere più precisi e meno leziosi in fase di rifinitura”.

LA GARA DI DOMANI – “Il Parma è una squadra che fa della velocità e delle ripartenze le proprie armi migliori e noi dovremo cercare di non concederle o comunque limitarle il più possibile, cercando di fare la nostra partita e non pensando solo a difenderci, perché abbiamo le qualità per poter far male al Parma e dobbiamo metterle in campo”.

L’ATTEGGIAMENTO – “In chiave offensiva abbiamo diverse possibilità, anche tattiche, ma in generale deve essere l’atteggiamento della squadra a essere diverso, perché non possiamo pensare di essere una squadra attendista, bensì dobbiamo essere aggressivi, dato che quelle sono le nostre qualità”.

ZURKOWSKI – “Si è allenato bene tutta la settimana, recuperando da un recente problema fisico e ha caratteristiche che mi piacciono molto e che in serie B diventano determinanti, quindi mi aspetto molto da lui”.

KROLLIS – “È una punta centrale che ha senso del gol e lo tengo sicuramente in considerazione, così come tengo tutti quelli che mi dimostrano di aver voglia di restare qui allo Spezia, quindi avrà sicuramente le sue occasioni, o dall’inizio o a partita in corso”.

CON LA SAMP – “La squadra sta lavorando, ci stiamo conoscendo e domani confido in un passo in avanti rispetto alla gara con la Sampdoria, giocata bene almeno per un’ora, prima di iniziare a soffrire, anche a livello di personalità, e forse avremmo dovuto essere più convinti di poter fare risultato, perché c’era la possibilità e perché la Sampdoria non è stata superiore a noi”.

ARDORE E CORAGGIO – “Un calciatore che vuole far parte di questa squadra deve saper superare e affrontare le difficoltà e quello che chiedo ai miei ragazzi è di giocare con ardore e coraggio, che è quello che vogliono anche i nostri tifosi, che sono sempre pronti ad incoraggiare chi dimostra di dare tutto quello che ha in ogni istante”.

MOMENTO NO – “Comprendo la negatività del momento, ma ci sono ancora tante partite davanti e una dopo l’altra, dovremo tirare fuori la spada più che il fioretto; onestamente, se ci accorgeremo che qualcuno soffrirà eccessivamente questa situazione, lo accompagneremo gentilmente alla porta, perché in questo lavoro e in questa squadra bisogna saper gestire le pressioni, affrontarle con grinta e determinazione e dimostrare di aver voglia di combattere per la magli che si indossa”.

Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Indisponibili lo squalificato Battistella e gli infortunati Gargiulo, Guarino e Strizzolo....
Il Ct dell'Ungheria si è espresso sul calciatore acquistato dalle Aquile nel mercato invernale....
Il centrocampista gialloblù ha suonato la carica in vista del match del "Braglia"....

Dal Network

Il tecnico rossoverde parla in conferenza stampa dopo il pareggio tra Fere e Aquilotti al...
Il commento in chiave rossoverde: "Dopo l'illuisione, la doccia fredda a partita finita"....
Breda dovrebbe schierare un 3-5-2, Pereiro Jolly tra attacco e trequarti...
Calcio Spezia