Calcio Spezia
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Spezia, l’acquisto di Leo Sena scatena una polemica in Brasile

Il Goias, società nella quale ha giocato il centrocampista aquilotto dal 2016 al 2020, pronta ad andare alla FIFA

L’acquisto di Leo Sena da parte dello Spezia ha scatenato un forte polemica tra l’Atletico Minerio e il Goias, squadra in cui il centrocampista ha giocato dal 2016 al 2020, sullo sfondo un possibile procedimento FIFA. A scatenare il tutto il presidente del Goias Paulo Rogerio Pinherio, che ha rilasciato la seguente dichiarazione al sito brasiliano Superesportes: “L’Atletico ha negoziato Leo Sena senza comunicarci nulla volevamo mantenere il nostro 20% e non accettiamo questa situazione. Lo abbiamo già comunicato allo Spezia e assunto un avvocato, faremo causa alla Fifa. Il presidente dell’Atletico ha riconosciuto il problema e ha chiesto tempo fino a lunedi per cercare di risolvere la situazione. Vogliamo mantenere la nostra percentuale. Mi è stato detto che Leo Sena è il terzo miglior centrocampista difensivo del calcio italiano e credo che sarà ceduto velocemente dallo Spezia in un affare migliore di quello fatto dall’Atletico, per questo vogliamo mantenere i nostri diritti”.

Nelle ultime ore è sceso in campo anche il vice presidente di Goias Edminho, che ha confermato la volta del club di procedere con un esposto alla FIFA:Lui (Atlético-MG) non può vendere ciò che non è suo. Avrebbero dovuto comunicare allo Spezia che avevamo il 20% dell’atleta, mi sembra che il club italiano non lo sapesse nemmeno. È una trattativa già conclusa, se l’Atlético ci deposita il 20%, noi rifiuteremo, non vogliamo riceverlo, vogliamo tenerci il 20%. Andiamo alla FIFA dichiarando il nostro interesse a mantenere la nostra percentuale dei diritti di Léo Sena. Credo che lo Spezia non vorrà avere problemi, quindi aspetteremo cosa accadrà d’ora in poi. Dobbiamo prenderci cura dell’eredità di Goiás e in questo momento Léo è la nostra eredità. Crediamo molto nelle capacità tecniche dell’atleta ed è per questo che vogliamo tenerlo il 20%”. Queste le parole rilasciate in un’intervista esclusiva a Feras do Esporte e Rádio Bandeirantes.

Infine è sceso in campo anche la società dell’Atletico Minerio che con una nota ufficiale sul proprio sito in cui l’ufficio legale del club ha spiegato: “Abbiamo l’obbligo di pagare al Goias solo l’importo corrispondente alla percentuale del 20% dell’importo netto totale da ricevere. Abbiamo comunicato al Goias che esistono limitazioni legali e regolamentari a quanto richiesto ai sensi dei regolamenti Fifa”.

 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Nel complesso quindi l'arbitro della sfida del "Tardini" vede bene o in autonomia o aiutato...
Seconda volta consecutiva che CalcioSpezia "azzecca" la formazione esatta. Solo un errore per Il Corriere...
I subentrati, se possibile, peggiorano la situazione: Spezia quasi mai pericoloso. Si salvano Hristov, Nagy...

Dal Network

L'allenatore del Parma in conferenza stampa: "Vittoria fondamentale contro una squadra di valori"...

Altre notizie

Calcio Spezia