Calcio Spezia
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Dj e allenatore: la storia di Ricky Le Roy preparatore dei portieri dello Spezia

Negli anni ’90 Ricky Le Roy era uno dei “pilastri” della scena “trance” italiana. Oggi è il preparatore dei portieri delle Giovanili dello Spezia Calcio

Negli anni ’90 era uno dei più noti dee-jay della scena “trance” del panorama italiano. E in fondo a Spezia chi non si ricorda di Ricky Le Roy?

Inizia al Charlie, ma ben presto spicca il volo verso i locali più in voga in quegli anni: l’Imperiale di Tirrenia, il Duplè di Aulla e il Torquemada di Firenze.

Dal 1994 al 1999 lo troviamo protagonista delle memorabili notti dell’Insomnia di Pisa, dove condivide con e Mario Piu’ e Franchino la consolle della Divine Stage, poi il Matrix di Firenze, il BXR di Brescia, il Jaiss di Empoli.

Ricky Le Roy oltre che dj e’ producer e remixer e neglistudi Media Records ha prodotto alcune hit, come “First Mission”, “Tunnel”, “Red Moon”, il brano techno-trance “European Journey”, l’arabeggiante “Tuareg”, un viaggio verso un luogo caldo e esotico. Tra le ultime ricordiamo “All The Way”, “Dancer” e ‘Kiss Me’.

Ma perchè vi parliamo di lui? Perchè Ricky Le Roy, al secolo Riccardo Cenderello, smesso di girare dischi è tornato al vecchio amore, ossia al pallone.

Infatti Ricky Le Roy è un ex portiere come spiega lui stesso. “Sabato pomeriggio giocavo in porta nella formazione amatori e quindi, prima di andare a suonare, scendevo in campo con i miei amici in una squadra di Sarzana che è la mia città. Insomma, stavo in ballo tutto il sabato. Anzi pensa che una volta lavoravo il venerdì sera, poi andavo a letto, giocavo, facevo il sabato sera e poi anche la domenica pomeriggio in discoteca che ora non c’è più.

Oggi 53enne Riccardo Cenderello è preparatore dei portieri dello Spezia Calcio dove si occupa delle formazioni del Settore Giovanile sia a livello maschile che femminile.

Quando le cose le fai con il divertimento e la passione viene tutto più naturale e lo fai più con voglia” – ricorda a Cenderello a GazzaTalk.

CORONAVIRUS –Sono stato investito da una “valanga” perché mi hanno levato sia le discoteche e che il calcio. Mi ricordo l’ultima serata che ero L’Aquila e la mattina del giorno dopo al telegiornale era cominciata la zona rossa. Abbiamo capito subito che era un problema grosso.

ALLENAMENTI&PISTA: DOPPIO LAVORO –I ragazzini che ho allo Spezia Calcio mi danno tanta voglia e tanta energia, mi diventa quindi più facile rimanere legato ai tempi moderni grazie a loro. I ragazzi di oggi hanno un problema di calo dell’attenzione soprattutto se sono molto giovani. Mi accorgo quando c’è questo calo e gli cambio l’esercizio da svolgere per farli tornare “attenti”. Esperienze come queste mi aiutano anche quando suono in pista dove osservo molto i ragazzi che ballano.

BOB SINCLAR E IL “PICCO” –L’arrivo del Coronavirus mi ha fatto saltare anche un’importante evento che avevo con Bob Sinclar a Livigno. Magari riuscirò a riorganizzarlo portandolo al “Picco”. Sarebbe davvero spettacolare!

IMPRESA SALVEZZA –E’ stata una salvezza doppiamente emozionante. Eravamo ancora frastornati dalla vittoria dei Play-Off e dalla promozione e invece la Società è riuscita a creare una grande squadra e centrare l’obbiettivo con questo grande mister. Per me Italiano è un grande allenatore e a lui dobbiamo buona parte di questa salvezza. Sa tenere i ragazzi sempre sul pezzo e molto “vivi”. Io li vedo quando vengono qua al centro “Ferdeghini” e vedo che c’è sempre voglia e attenzione al 100%.

RACCATTAPALLE –Io per lo Spezia faccio anche il raccattapalle perchè gli Under18 non possono entrare allo stadio. La società ha chiesto ai noi allenatori se volevamo andare al “Picco” a fare i raccattapalle e io ho accettato molto volentieri.

ITALIANO –E’ un martello durante la partita. Si potrebbe prendere la sua voce durante le partite, remixarlo e farne una traccia. Ovviamente chiedendogli i diritti SIAE.

RUOLO DEL PORTIERE –E’ cambiato molto rispetto a quando giocavo, anche perchè i palloni vanno molto più forte. Non attacchiamo più palla, ma cerchiamo di più con le spalle di andare verso il palo stando sulla linea di porta.

Subscribe
Notificami
guest

7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

L'attaccante, di proprietà dello Spezia, è approdato al club spagnolo lo scorso Gennaio con la...
Il classico confronto tra le pagelle assegnate dalla stampa sportiva ai giocatori e all'allenatore dello...
Nel complesso quindi l'arbitro della sfida del "Tardini" vede bene o in autonomia o aiutato...

Dal Network

L'allenatore del Parma in conferenza stampa: "Vittoria fondamentale contro una squadra di valori"...

Altre notizie

Calcio Spezia