Resta in contatto

Approfondimenti

Spezia, gioventù al potere

Uno studio del CIES promuove la “linea verde” di Borussia Dortmund in Europa ed Hellas Verona in Italia, ma ragionando più in generale lo Spezia è la seconda squadra più giovane del campionato schierando spesso quattro classe ’98, un classe ’99 e un classe 2001 contemporaneamente

Importante studio del CIES sulla “linea verde” nei maggiori campionati nazionali d’Europa. In testa si pone il Borussia Dortmund in Germania che può contare su elementi di grande valore e gioventù come Haaland, Reinier, Sancho, Knauff. In Prima Squadra quest’anno i gialloneri di Dortmund hanno fatto debuttare anche il classe 2004 Moukoko. Il totale di giovani dal 2000 in giù schierati corrisponde al 28,5% dell’intera rosa: oggettivamente un dato strabiliante.

E in Italia? Primo in classifica è l’Hellas Verona che vanta una percentuale dell’11,7%. In pratica un terzo dei tedeschi. Juric ha valorizzato giocatori come Eddie Salcedo, Matteo Lovato, Ebrima Colley e Ivan Ilic che pongono in testa i gialloblu di qualche punto percentuale sopra il Cagliari.

Lo studio del CIES però considera solamente i ragazzi che non hanno ancora compiuto i 21 anni al momento della presenza in campo in questo torneo. Una percentuale che, come riconosciuto anche da un approfondimento della Gazzetta dello Sport, non bene si allinea con l’età media della rosa di una squadra.

Facendo un più ampio ragionamento sull’età media delle squadre in Serie A a spiccare tra tutte vi è sicuramente lo Spezia che si attesta in seconda posizione come rosa più giovane del campionato. Le Aquile di Vincenzo Italiano hanno infatti una media di 25,5 anni superati solo dai 24,6 del Milan. Il Verona in questo caso è terzo con 26,2 anni di media.

Da sottolineare poi come nello Spezia i giovani siano protagonisti indiscussi: titolari inamovibili capitan Giulio Maggiore e il centrale difensivo Martin Erlic entrambi classe ’98. Così come è titolare il classe ’98 Marchizza e, al netto degli infortuni, un altro classe ’98 come Salva Ferrer. Pur non sempre titolari, ma comunque spesso presenti in campo anche altri due classe ’98 come Chabot e Agudelo. Molto presenti nelle rotazioni di mister Italiano anche il classe ’99 Pobega e il classe 2001 Piccoli. Rotazioni in cui è entrato, anche da titolare, il più giovane elemento in maglia bianca ossia Lucien Agoumé promettente centrocampista centrale classe 2002.

Inoltre in generale giocatori quali Bastoni, Ismajli, Nzola e Verde, titolari nello scacchiere tattico di mister Italiano, non si possono considerare certo “giocatori vecchi” essendo appena dei classe ’96.

Lo Spezia nei valori percentuali forniti dal CIES “paga” i tanti giocatori, comunque giovani, ma che hanno appena scollinato la data limite imposta dal Centro Internazionale di Studi sullo Sport. Con un ragionamento più generale un obbiettivo stagionale centrato con la seconda rosa più giovane dell’intera Serie A darebbe ancora più valore all’impresa.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a LA SPEZIA su Sì!Happy

Altro da Approfondimenti