Resta in contatto

Rubriche

Le pagelle di CalcioSpezia: Verde e Farias tocchi di classe per un punto pesante

L’ingresso di Nzola cambia il volto al match. Sala salva due occasioni clamorose per i “viola”, Terzi-Chabot coppia granitica. Bastoni e Deiola travolti dall’avvio avversario, Piccoli ancora acerbo.

PROVEDEL 6,5: Avvio da incubo, forse anche qualche colpa sulla rete del raddoppio quando si butta non intercettando il centro di Lirola. Poi prende sicurezza ed è bravissimo in pieno recupero con un’uscita bassa ad anticipare Callejon che gli si presentava solo davanti.

SALA 7: E’ tutto un altro giocatore rispetto quello dell’esordio con il Sassuolo. Limita Ribery, mica uno qualunque. Superlative sue due chiusure fondamentali. Una al 44° su Castrovilli liberato da Lirola subito dopo l’1 – 2 di Verde e una proprio su Ribery dopo una galoppata del francese incontenibile sulla corsia di sinistra. (Dal 65° SALVA FERRER 6: Torna in campo lo spagnolo che presidia con sicurezza la corsia di destra, non soffre gli avversari e si lancia anche in qualche sgroppata per la fascia mettendo un paio di palloni al centro.)

TERZI 7: Vecchietto a chi? Il capitano regge la difesa, non ha colpe sui gol e finisce stremato per i crampi dando tutto quello che aveva in corpo.

CHABOT 7: Altra grande prova del centralone teutonico. Fisico e potenza, ma anche lucidità nei momenti chiave. Di testa gli altri ne predono poche, per info chiedere a Vlahovic prima e Cutrone poi.

BASTONI 5,5: L’inizio è da 4 secco. Concede ingenuamente la punizione che porta all’angolo da cui poi nasce il gol di Pezzella. Sul raddoppio si fa infilare facilmente da Lirola sulla corsia di competenza. Soffre le sgroppate dell’esterno spagnolo per quasi tutta la partita, ma poi piano piano cresce e si fa vedere anche in fase di impostazione. Mette cross interessanti tra cui uno per Piccoli non sfruttato. (Dal 78° DELL’ORCO S.v.: Finalmente sulla corsia mancina, ma non ha occasioni per mettersi in mostra)

DEIOLA 5: Si dimentica completamente la marcatura di Pezzella sul calcio d’angolo. Eppure le qualità del capitano della Fiorentina sono note: quello al 2° minuto contro lo Spezia è il sesto gol del difensore argentino con un colpo di testa in Serie A. L’errore è pesante, ci mette molto ad ingranare. (Dal 65° DIEGO FARIAS 6,5: Pronti via e ha una bella occasione, ma la sciupa. Si fa perdonare con gli interessi con un gol da vero sudamericano. Di punta in versione “Futsal” manda la palla nell’angolino opposto e sigilla un punto pesantissimo per lo Spezia.)

RICCI 7: Prendiamoci un attimo e applaudiamo tutti questo ragazzo. Playmaker vero, disegna calcio e traiettorie importanti. Vede il gioco come pochi. Fulcro dei movimenti dello Spezia di Italiano. Non basta? Recupera tantissimi palloni tanto da finire con i crampi dopo aver dato tutto. E’ possibile clonarlo?

ACAMPORA 6: Motorino perpetuo, ci mette tanta grinta e tanta forza. Doveva partire, ma ora si sta giocando le sue carte appieno. Insegue gli avversari senza mai risparmiarsi.

VERDE 7: Uno degli acquisti che finora sembrano più azzeccati. Le qualità tecniche ci sono tutte, ora sta andando anche in forma. Riapre la partita con il suo primo gol in maglia bianca. Rete bella e importante. Tra i più attivi. (Dal 65° AGUDELO 6: Ex di turno, entra per dare freschezza. Veloce e scattante, steso nel finale mentre stava filando in porta e chissà…)

PICCOLI 5,5: Acerbo. Gran fisico, ma deve migliorare molto e soprattutto imparare i movimenti importantissimi che mister Italiano chiede ai suoi centravanti. Spreca un pallone veramente invitante a centro area. (Dal 65° NZOLA 6,5: Lui i movimenti di Italiano li conosce a meraviglia. Impatto importantissimo sulla partita e, speriamo, anche sulla Serie A. Nel finale ad un passo dal gol del 3 – 2 con una conclusione al volo che sibila vicino al montante della porta di Dragowski apparso battuto nella circostanza. Offre anche un gran pallone a Farias che spreca.)

GYASI 6: Veloce scattante, sembra non stancarsi mai. Salta l’uomo e mette palloni al centro. Suo un gran cross sprecato da Piccoli. Giocatore importante per gli schemi di Italiano.

ALL. ITALIANO 7: Avvio da incubo, l’approccio alla partita è sicuramente rivedibile come le gravi ingenuità che portano a subire due gol in appena 4′ minuti. Il suo Spezia ha però carattere e, sicuramente, anche idee e gioco. Pareggia meritatamente nonostante ben nove assenze contro una formazione scorbutica come la Fiorentina. E alla fine avrebbe potuto anche portarsi via l’intera posta in palio se quel tiro di Nzola avesse avuto miglior fortuna. Azzecca le sostituzioni, soprattutto decidendo di inserire Nzola e Diego Farias che risulteranno decisivi nella rimonta finale.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Rubriche