Calcio Spezia
Sito appartenente al Network

SPEZIA-SAMPDORIA 1-0, LE PAGELLE DI CS: STANDING OVATION PER VERDE

Agudelo al “Picco” come a “San Siro” entra e “spacca la partita. Provedel sicuro, Erlic una certezza. Kovalenko non trova le misure

PROVEDEL 7: Solo tre parate, ma ottime. La prima quando mura Gabbiadini a tu per tu anche se poi l’arbitro ravvisa fuorigioco. La seconda d’anticipo sul quel pallone filtrante di Candreva che aveva liberato in area a tu per tu con il portiere l’attaccante. Sulla terza c’è l’aiuto del palo per deviare il colpo di testa di Caputo. Attento e sicuro in tutte le occasioni: ottime le uscite alte, una certezza i suoi rinvii di piede.

AMIAN 6: Attacca e difende con buona continuità di causa. Buona partita macchiata dall’errore su calcio d’angolo quando si perde Caputo che di testa colpisce il palo. Una leggerezza che poteva costare cara.

ERLIC 7: Il solito gigante della difesa. Comanda la retroguardia, vince tutti i duelli aerei perfino con Thorsby sulle azioni di palla inattiva. Altra prestazione da incorniciare. Si mette Caputo nel taschino.

NIKOLAOU 6,5: Un brutto disimpegno che manda in porta Gabbiadini poi per fortuna è fuorigioco. Per il resto una partita precisa e con buone diagonali difensive in chiusura.

RECA 6,5: Nel primo tempo l’unica azione da gol arriva da una sua sgroppata e uno scambio con Verde, ma sul traversone lisciano sia Kovalenko che Manaj. Continua a proporsi sulla fascia in sovrapposizione a Verde anche nella ripresa dove è molto puntuale nelle chiusure difensive.

KIWIOR 6: Serve da schermo davanti alla difesa e a marcare a uomo il trequartista avversario Candreva, compito che assolve bene. Sbagliat troppi palloni in fase di impostazione.

SALA 6: Ottima la gesione della palla e la copertura che offre alla difesa. Fa espellere Ekdal che lo colpisce al volto. (74° SALVA FERRER 6: Svolge il compitino per cui è stato inserito in campo a protezione della difesa.)

GYASI 6: Si vede meno rispetto a Genova e Milano, ma c’è quando serve. Gran lavoro di copertura al servizio della squadra. Scambia bene con Agudelo nell’azione del gol vittoria di Verde. Spreca una ghiotta occasione calciando alle stelle dopo essersi liberato al limite dell’area.

KOVALENKO 5,5: Un po’ centrocampista, un po’ trequartista, un po’ attaccante, ma cambiando spesso posizione alla fine riesce a incidere veramente poco. Buona la fase difensiva. In avanti manca la deviazione in area su gran centro di Reca da sinistra. (64° AGUDELO 7: Entra forte come a San Siro. Splendida l’azione che porta al gol di Verde: via palla al piede da centrocampo, dai e vai con Gyasi e palla messa in mezzo con il piede debole ossia il destro. Poco dopo semina nuovamente il panico nella difesa blucerchiata ed esplode il mancino dal limite dell’area che esce di un niente deviato da un difensore. Fondamentale anche il contributo in fase di non possesso. Festeggia nel migliore dei modi la 50esima in Serie A.)

VERDE 7,5: All’uscita la “standing ovation” che riceve dal pubblico del “Picco” è meritatissima. Gioca a tuttocampo dando una grandissima mano in fase difensiva con recuperi perfino in area. E’ il primo che fa partire l’azione offensiva dei bianchi e poi segna con quell’eurogol di destro al volo il suo quarto gol stagionale: capocannoniere della squadra. Festeggia nel migliore dei modi il rinnovo del contratto fino al 2025. (86° ANTISTE S.V.: un paio di corse sulla fascia sinistra.)

MANAJ 6: Sufficienza stiracchiata per il centravanti albanese che si sfianca nel lavoro di portare la prima pressione ad ogni portatore di palla avversario. Cerca di liberarsi per andare al tiro, ma con poca fortuna. A vuoto sul traversone da sinistra di Reca in area. (74° NZOLA 6: Ci mette il fisico e l’impegno e già questo per oggi può bastare.)

 

ALL. THIAGO MOTTA 7: Terza vittoria nelle ultime tre, quarta sulle ultime cinque. E’ riuscito a dare nuovamente un’anima alla sua squadra. Oggi perde due pedine fondamentali come Maggiore e Bastoni e torna al 4-2-3-1 schermando la difesa, soffocando le fonti del gioco avversarie e venendo fuori alla distanza in attacco. Ancora una volta perfetta la scelta di giocarsi Agudelo a partita in corso. Il colombiano svolta il match in tandem con un “lussuoso” Verde.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Questa sera partita di cruciale importanza al “Picco” per lo Spezia che riceve la Feralpisalò....

L'allenatore della nuova squadra del centravanti lettone spende parole di elogio per l'ex aquilotto: "Con...
Lettori di CalcioSpezia è il vostro momento: sostituitevi a mister Luca D'Angelo e votate l'undici...

Dal Network

Nonostante la superiorità numerica e un secondo tempo giocato tutto nell’area avversaria, il Modena non...
Il tecnico rossoverde parla in conferenza stampa dopo il pareggio tra Fere e Aquilotti al...
Il commento in chiave rossoverde: "Dopo l'illuisione, la doccia fredda a partita finita"....
Calcio Spezia