Resta in contatto

Dirette

Udinese-Spezia 0-2, prima storica vittoria in Serie A griffata Galabinov. Rileggi la cronaca di Calcio Spezia

Ripresa difficile per lo Spezia, ma Rafael para tutto e fornisce anche l’assist per il gol del raddoppio del centravanti bulgaro. Prima storica vittoria in Serie A in 114 anni di storia aquilotta.

Udinese – Spezia 0 – 2 (29° e 94° Galabinov)

Udinese (3 – 5 – 2): Musso; Becao, De Maio, Samir (78° Matos); Ter Avest, De Paul, Palumbo (56° Forestieri), Coulibaly, Zeegelaar (62° Ouwejan); Lasagna, Okaka (62° Nestorovski). All. Gotti.

A disp.: Nicolas, Gasparini, Prodl, , Battistella, Micin.

Spezia (4 – 3 – 3): Zoet (62° Rafael); Ferrer, Chabot, Terzi, Ramos; Deiola (52° Bartolomei), Ricci, Maggiore (67° Pobega); Gyasi (67° Diego Farias), Galabinov, Verde (67° Erlic). All. Italiano

A disp.: Kaprikas, Marchizza, Sala, Bastoni, Vignali, Mora, Agoumé, Agudelo, Piccoli.

Note: al 66′ espulso Terzi (S) per doppia ammonizione, ammoniti Terzi (S), Ferrer (S), Ramos (S) e Diego Farias (S), rec. 2′ e 5′

Arbitro: Prontera di Tricase

Assistenti: Valeriani e Ruggieri IV Uomo: Chiffi VAR: Pairetto, assistente Peretti.

SECONDO TEMPO

95′: Triplice fischio alla “Dacia Arena”, lo Spezia si porta a casa in maniera meritatissima tre punti i primi in 114 anni di gloriosa storia aquilotta!

94′: Rafael esce in modo perfetto all’altezza del dischetto, fa sua la sfera e ha la prontezza di lanciare Galabinov mettendolo solo davanti a Musso, rasoterra del bulgaro che sigilla la prima storica vittoria dello Spezia in Serie A!

91′: grande conclusione mancina dalla distanza di Ouwejan e grande risposta a mano aperta in tuffo di Rafael, bravo il portiere brasiliano molto attento nella circostanza.

89′: l’Udinese riesce a riversarsi in area spezzina sempre con calci piazzati e con angoli. Alla fine è il solito Galabinov a svettare su tutti e allontanare il pallone. Cinque minuti di recupero nella ripresa.

85′: azione identica 120″ secondi dopo questa volta conclusa di testa da Nestorovski e pallone di poco sul fondo, ma con Rafael sulla traiettoria.

83′: Spezia che prova a controllare, Udinese che conquista un piazzato calciato da De Paul per la testa di Becao, ma il pallone finisce altissimo sopra la traversa della porta difesa da Rafael.

78′: Gotti aumenta il potenziale offensivo della sua formazione facendo uscire il difensore Samir e inserendo l’attaccante brasiliano Matos di fatto passando a quattro in difesa con un tridente Nestorovski – Lasagna – Matos e De Paul e Forestieri in appoggio.

75′: Spezia che per forza di cose è costretto ad abbassare il proprio baricentro ed è Erlic a pulire la propria area. Nuovo pallone messo in mezzo dall’Udinese e Forestieri colpisce al volo con una grandissima conclusione al volo colpendo il palo, poi l’arbitro ferma il gioco per fuorigioco. Friulani vicinissimi al gol del pareggio.

67′: Italiano ridisegna la squadra dopo l’espulsione inserendo Erlic, Pobega e Diego Farias.

66′: Intervento imprudente a gamba distesa di Terzi su Forestieri che costa il secondo cartellino giallo al capitano aquilotto. Spezia in dieci uomini.

65′: Parata mostruosa di Rafel che respinge una conclusione a botta sicura di Lasagna smarcato a tu per tu con il portiere brasiliano da un gran colpo di tacco.

62′: Si stira Zoet e al suo posto deve entrare l’esperto estremo difensore Rafael. Doppia sostituzione anche nell’Udinese con l’ingresso in campo di Ouwejan e Nestorovski al posto di Zegeelar e Okaka.

56′: cambio anche nell’Udinese. Gotti richiama il 2002 Palumbo e inserisce Forestieri di rientro in Italia dal quinquennio in Inghilterra con lo Sheffield Wednesday.

52′: primo cambio nello Spezia, dentro Bartolomei in vece di Deiola.

46′: ripartiti con gli stessi ventidue sul terreno della “Dacia ArenA”.

PRIMO TEMPO

47′: dopo due minuti di recupero squadre a riposo con il minimo vantaggio dello Spezia Calcio grazie alla seconda rete consecutiva del bulgaro Galabinov.

44′: Galabinov spreca malamente solo davanti a Musso, ma il bulgaro era in netta posizione di off – side. Nulla di fatto, mentre Prontera assegna due minuti di recupero.

43′: Strepitosa chiusura in scivolata di Chabot che in area chiude Lasagna al tiro innescato precedentemente da una stupenda verticalizzazione di De Paul. Veramente bravo il “centralone” teutonico al debutto da titolare oggi in maglia bianca.

38′: Terzi stende Lasagna che provava a lanciarsi a rete, primo cartellino giallo del match

33′: atteggiamento perfetto da parte dello Spezia con un gran possesso palla e in fase di non possesso rientra chiudendo gli spazi e rubando la sfera per via dell’imprecisione friulana. Ritmi molto alti in questo momento alla “Dacia ArenA”

29′: questa volta il gol aquilotto è valido e lo firma ancora bomber Galabinov. Il bulgaro verticalizza a sinistra per Gyasi che scatta e mette un vero e proprio “cioccolatino” chiudendo il triangolo con il N°9 aquilotto che incorna di potenza sul secondo palo segnando il secondo gol in due partite.

28′: palla in area a De Paul che inventa la giocata per Okaka, conclusione murata e palla che carambola a Lasagna che salta Zoet e deposita in rete, ma in evidente posizione di fuorigioco. E’ comunque cresciuta l’Udinese in questi ultimi cinque minuti di gioco.

27′: grande opposizione con il corpo di Chabot che “mura” un sinistro potente dal limite di Lasagna.

24′: leggerezza di Zoet che, sugli sviluppi di un calcio di punizione, smanaccia male un cross di Samir dalla sinistra lasciando in pallone nei piedi di Okaka che alza incredibilmente sopra la traversa il facile pallone del vantaggio.

16′: Strepitoso spunto di Maggiore sulla sinistra che va via a De Maio e dal lato corto dell’area di rigore la mette in mezzo con l’esterno destro servendo Verde che colpisce al volo sbucciando il pallone e trovando il salvataggio poco oltre la linea di un difensore friulano.

10′: Gran possesso palla da parte dello Spezia in questa fase. Aquilotti partiti propositivi, Udinese che agisce di rimessa o cercando lanci lunghi sull’ex di turno Okaka per trovare “spizzate” per innescare la rapidità di Lasagna. I due difensori sono presi rispettivamente in custodia da Chabot e Terzi.

3′: Poco tempo per goire per le Aquile dato che il VAR annulla la rete per un fuorigioco di Verde sulla ribattuta del corner. Tutto da rifare per i “bianchi”.

1′: Deiola si sposta in avanti e conquista un calcio d’angolo. Batte lo Spezia, palla ribattuta corta e Matteo Ricci calcia al volo di collo destro dal limite con il pallone che bacia il palo e si infila alle spalle di Musso. Primo gol in Serie A per il centrocampista romano classe ’94.

PRE PARTITA

Italiano mischia le carte nel suo 4 – 3 – 3 recuperando dalla squalifica Terzi e Maggiore e lanciado i nuovi acquisti Chabot, Deiola e Verde. L’esterno d’attacco ex Aek Atene è al debutto in maglia bianca. Dal canto suo Gotti non si scompone e come prevedibile si affida alle certezze del suo classico 3 – 5 – 2 con la coppia gol formata da capitan Lasagna e dall’ex di turno Okaka Chuka. In cabina di regia il talento purissimo dell’argentino De Paul, mentre in mediana ecco l’esordio del classe 2002 Palumbo visti i tantissimi assenti da parte friulana. Tra i tanti assenti i forti centrocampisti Mandragora e Jajalo, il difensore Bonifazi, l’esterni Larsen e il neo acquisto Pereyra.

Seconda partita in Serie A per lo Spezia che, nel recupero della prima giornata, si reca alla “Dacia ArenA” per far visita all’Udinese e dimenticare in fretta l’1 – 4 subito al debutto con il Sassuolo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a LA SPEZIA su Sì!Happy

Altro da Dirette